Precari. Quinto flash-mob, assemblea di oggi davanti al MIUR. Il 16 dicembre regali di Natale per il Ministero

di redazione
ipsef

Movimento precari – Nella discussione, che ha accompagnato l’esibizione del coro multietnico della Balzani, diretto da Sara Modigliani, abbiamo fatto il punto della situazione, sottolineando come sia assai positivo che la proposta sulle 24 ore sia stata fermata e che ora anche sul DDL 953 emergano dei primi ripensamenti, proprio grazie alle mobilitazioni. Ci siamo, però, anche chiesti che cosa si nasconda dietro la parola produttività nell’accordo firmato da Cisl ed Uil, sia in generale che per la scuola.

Movimento precari – Nella discussione, che ha accompagnato l’esibizione del coro multietnico della Balzani, diretto da Sara Modigliani, abbiamo fatto il punto della situazione, sottolineando come sia assai positivo che la proposta sulle 24 ore sia stata fermata e che ora anche sul DDL 953 emergano dei primi ripensamenti, proprio grazie alle mobilitazioni. Ci siamo, però, anche chiesti che cosa si nasconda dietro la parola produttività nell’accordo firmato da Cisl ed Uil, sia in generale che per la scuola.

Temiamo, infatti, che (come per gli scatti d’anzianità sbloccati solo per un anno, ma a danno dei già esigui Fondi di Istituto) anche per orario e stipendi, ciò che è uscito dalla porta, rientri dalla finestra.

Sono emerse, poi, le seguenti proposte:

  1. Notti bianche nelle scuole per arrivare ad un appuntamento romano di apertura comune (ipotesi febbraio dopo la fine del primo quadrimestre).
  2. Raccolta di firme per una petizione che obblighi, secondo il dettato costituzionale, il prossimo Parlamento a ridiscutere lo stanziamento di 15 miliardi di euro per gli areei F35, destinando quelle risorse a sanità e scuola.
  3. Dalle pillole del sapere ai fondi destinati alla scuola della Regione Lazio (circa tre milioni di euro "scomparsi" nel 2011 su cui saremo ancora più precisi il 16 dicembre) campagna per un uso corretto del denaro pubblico.
  4. Denuncia del concorso "farsa" e lotta per le assunzioni a tempo indeterminato

In questa chiave ci siamo dati appuntamento, oltre che nelle prossime riunioni del coordinamento scuole di Roma, il 16 dicembre 2012 sempre davanti al Ministero, alle 11 per "i nostri regali di Natale": spot della teacherpridetv, interventi musicali e letture a tema, oltre che la denuncia di altri sprechi di denaro pubblico. L’obiettivo è di fare concretamente cultura, dando spazio a quelle" educazioni" che nei nuovi programmi scolastici sono state le più penalizzate, a partire dalla musica e dall’arte.

Versione stampabile
Argomenti:
soloformazione