Precari, Pittoni (Lega): sul comma 131 Azzolina ha poco di cui vantarsi

di redazione

item-thumbnail

“Il capogruppo del M5S in commissione Cultura alla Camera Gianluca Vacca, nella foga di attaccare il deputato del PD Matteo Orfini, ha stravolto la realtà.

L’emendamento di Lucia Azzolina con cui fu cancellato il comma 131 della “Buona scuola” che prevedeva il licenziamento in mancanza di posti dei precari che raggiungevano 36 mesi di supplenza, ebbe il nostro via libera solo perché avevamo raggiunto un accordo verbale in base al quale noi poi avremmo avuto l’appoggio dei grillini sul mio disegno di legge che prevedeva l’impegno alla stabilizzazione, una volta che il posto si fosse reso disponibile.

Il semplice emendamento soppressivo presentava infatti due criticità: consentiva di mantenere il malcapitato precario a vita e poneva l’Italia in rotta di collisione con la normativa europea. Inutile dire che l’accordo non fu rispettato e il problema è tuttora irrisolto”.

Lo dichiara il senatore Mario Pittoni, presidente della commissione Cultura a palazzo Madama e responsabile Istruzione della Lega.

Versione stampabile
Argomenti:

soloformazione