Precari. Oggi protagonisti al Consiglio dei Ministri. Cosa si deciderà

di
ipsef

red – Molta la carne sul fuoco: dalle immissioni in ruolo ad una epocale rivoluzione nell’ambito del sostegno. Ma tra polemiche e proteste.

red – Molta la carne sul fuoco: dalle immissioni in ruolo ad una epocale rivoluzione nell’ambito del sostegno. Ma tra polemiche e proteste.

Oggi al Consiglio dei Ministri si discuterà di scuola e, tra i provvedimenti, ce ne sono di significativi per quanto riguarda i precari.

Cattedre di sostegno
Provvedimento mai messo in dubbio durante il lungo iter di gestazione del decreto, a partire dalle prime indiscrezioni raccolte dalla nostra redazione. Il provvedimento dovrebbe prevedere una trasformazione della dotazione organica di diritto progressivamente rideterminata, nel triennio 2013-2015, fino al raggiungimento, nell’anno scolastico 2015/2016, di una consistenza organica pari al 100 per cento del numero dei posti di sostegno complessivamente attivati nell’anno scolastico 2006/2007

Contestazioni
Ma gli organici del 2006/2007 non bastano, almeno secondo mille mamme di altrettanti bambini disabili. E si organizza un ricorso nazionale collettivo contro il Ministero, per ottenere un organico più adeguato. Quindi, il passo del Ministero, di per sè rivoluzionario, non viene ritenutos ufficiente.

Immissioni in ruolo
Quante? Secondo le ultime indiscrezioni: 69mila. Cifra da dividere in tre anni e che riguarderebbe: 26.264 docenti curriculari, 1.608 docenti di sostegno, 13.400 Ata. Il totale sarebbe di 41.272 posti, cui bisognerà aggiungere le cattedre di sostegno in deroga (dopo il passaggio all’organico di diritto). Il totale potrebbe raggiungere i 69mila posti.

Contestazioni
"Briciole" secondo le organizzazioni dei precari iscritti in graduatoria. Il paragone è con la cifra spropositata dei contratti a tempo determinato che sono annualmente stipulati nel mondo della scuola. Basti pensare che solo quest’anno saranno 116mila. Scarsi, secondo i precari organizzati, i numeri porposti, a partire da quelli di quest’anno: solo 11mila.

Vedi anche

Carrozza a "Repubblica": nessun nuovo concorso organizzato come il precedente e reintroduzione della Geografia Economica

69.000 immissioni in ruolo in 3 anni, fondi diritto allo studio, servizi welfare per studenti. Progetto ambizioso, ma costoso

Versione stampabile
anief anief
soloformazione