Precari lasciati alla porta dal Ministro. Chimienti (M5S): “Vergognosa chiusura, presenteremo interrogazione parlamentare”

Di Lalla
WhatsApp
Telegram

inviato da Simone Carella – Questo pomeriggio i coordinamenti precari scuola, il coordinamento scuole Roma e il coordinamento diploma magistrale si sono ritrovati al Miur alle ore 16 per denunciare le gravissime dichiarazioni del neo-ministro Stefania Giannini sulla scuola pubblica statale. Il ministro era stato contattato con richiesta scritta via mail per chiedere regolare incontro con la delegazione.

inviato da Simone Carella – Questo pomeriggio i coordinamenti precari scuola, il coordinamento scuole Roma e il coordinamento diploma magistrale si sono ritrovati al Miur alle ore 16 per denunciare le gravissime dichiarazioni del neo-ministro Stefania Giannini sulla scuola pubblica statale. Il ministro era stato contattato con richiesta scritta via mail per chiedere regolare incontro con la delegazione.

Al presidio era presente anche Silvia Chimienti, deputata del M5S, che ha presentato alle delegazioni la proposta di legge sulle ferie dei docenti precari e la mozione sulla stabilizzazione del personale della scuola con contratto a termine.

Per ben tre volte nel pomeriggio e fin dalla mattina, la deputata ha sollecitato il Ministero perché le delegazioni venissero ricevute. Alle 19 dopo tre ore di presidio e dopo la promessa di consentire l’incontro, il ministro Giannini e i sottosegretari non hanno voluto ricevere alcuna delegazione, dimostrando una chiusura totale verso i lavoratori  della scuola.

“E’ semplicemente vergognoso che si lascino per quattro ore ad aspettare dei docenti che pacificamente stavano manifestando il loro dissenso e la loro preoccupazione per le inquietanti dichiarazioni del Ministro – dichiara la deputata. Altrettanto grave è però il fatto che mi sia stato personalmente garantito in ben tre occasioni, in ultimo dalla responsabile che una delegazione sarebbe stata ricevuta. Questa è l’arroganza al potere, che il M5S vuole combattere con tutte le sue forze. Faremo luce sulla vicenda presentando un’interrogazione parlamentare: di certo il nuovo Ministro ha già dato un assaggio della sua apertura e della sua disponibilità al dialogo con il mondo della scuola”.

comunicato CUB A Roma Ministro Giannini non riceve i precari

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur