Precari infanzia GaE, fermate i concorsi. Puglisi (PD) impossibile, spazio anche a nuove generazioni di docenti. Bocciature nella media

Stampa

Sarebbe, secondo quanto afferma la Senatrice Puglisi durante la Festa dell'Unità a Catania, una frattura generazionale tra vecchi e nuovi docenti.

Sarebbe, secondo quanto afferma la Senatrice Puglisi durante la Festa dell'Unità a Catania, una frattura generazionale tra vecchi e nuovi docenti.

I concorsi non si possono fermare, ritiene la Senatrice rispondendo alla domanda di una docente precaria iscritta in graduatoria ad esaurimento.

"Non è giusto ciò che chiedete, fermare i concorsi per far scorrere graduatorie significa togliere a laureate che sognano di fare l'insegnante, alle nuove generazioni, la possibilità. Sarebbe una frattura tra vecchie e nuove generazioni. La legge, che non abbiamo cambiato, dice, inoltre, 50% assunzioni da GaE e 50% da concorso."

Relativamente alla qualità del concorso messa in dubbio da alcune insegnanti presenti al dibattito, la Senatrice ha affermato che il concorso era riservato agli idonei e che il 50% di bocciati c'era stato anche nel 2012, concorso in cui c'era stata preselezione. "E' – ha sostenuto convinta – la selezione che serve per la scuola".

Molto, secondo la Puglisi, verrà modificato con la riforma del reclutamento. "Dopo la selezione – ha concluso – i docenti entrano in un percorso abilitante che li porterà al ruolo."

L'audio del dibattito

 

Stampa

Eurosofia. Aggiornamento Ata: corso di dattilografia a soli 99 euro. Iscriviti ora