Precari III fascia: 24 CFU gratuiti per non abilitati e stesso concorso degli abilitati per chi ha 3 anni di servizio

di redazione
ipsef

item-thumbnail

comunicato Associazione Nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori – Domenica 14 gennaio, alle ore 9,30, presso il liceo scientifico Pascal, in via Alfonso Corti 16, a Lambrate (Milano), si svolgerà la seconda assemblea dell’Associazione 
nazionale docenti per i diritti dei lavoratori. “Il tema -spiega una nota- sarà la ‘buona scuola’ dei lavoratori, la vera ‘buona scuola’, non quella fittizia e ingannevole che ci è stata imposta dall’alto”. Il presidente, Pasquale Vespa, sottolinea i temi che verranno trattati nell’assemblea, alla quale interverranno anche rappresentanti delle forze politiche.

“Chiediamo -spiega il professor Vespa- per chi ha almeno 3 anni di esperienza nell’insegnamento pari dignità e soluzione dei colleghi abilitati con Pas nel 2013 che accederanno ora alle Grm.

Chiediamo di poter accedere a un transitorio vero e non al percorso fit(tizio) definito dal dl 59/17.

Chiediamo lo stesso concorso di chi è attualmente abilitato che consenta l’accesso alle Grm e da qui avere la garanzia di partecipare  a un corso abilitante e poi alle immissioni in ruolo, a partire  ovviamente dalla copertura dei posti delle tantissime Cdc già  esaurite”.

“Chiediamo che i 24 Cfu, per chi non ha tre anni di esperienza, si acquisiscano gratuitamente -continua- durante la formazione e l’anno abilitante e che non siano un ulteriore ostacolo alla partecipazione al concorso. In pratica chiediamo di non essere discriminati, ancora una volta, rispetto ai nostri colleghi abilitati nel 2013 con il Pas”.

“Percorso abilitante speciale -conclude la nota dell’Associazione Nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori- che ha valorizzato la loro esperienza in cattedra e che ha aperto la strada prima al concorso 2016 (a noi precluso) e ora, per chi è stato bocciato o non ha partecipato alla selezione 2016, una nuova agevolazione: un concorso semplificato con un solo colloquio orale non selettivo! Quindi, chi è abilitato verrà gradualmente assunto, come nelle intenzioni dichiarate da questo governo”.

Prof. Pasquale Vespa, presidente Associazione Nazionale Docenti per i Diritti dei Lavoratori

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief voglioinsegnare