Precari, Gilda Unams in giudizio alla Corte Europea in difesa dei docenti

di Lalla
ipsef

Ufficio stampa Gilda Insegnanti – Importante risultato della Federazione Gilda Unams sul fronte della stabilizzazione dei precari. Esaminando il caso di una docente in merito alla violazione della normativa europea sull’abuso dei contratti a tempo determinato, il giudice del Lavoro di Napoli ha sospeso il giudizio, rinviando la questione alla Corte di Giustizia Europea e ponendo la prima questione di pregiudizialità comunitaria riguardante i docenti della scuola pubblica italiana.

Ufficio stampa Gilda Insegnanti – Importante risultato della Federazione Gilda Unams sul fronte della stabilizzazione dei precari. Esaminando il caso di una docente in merito alla violazione della normativa europea sull’abuso dei contratti a tempo determinato, il giudice del Lavoro di Napoli ha sospeso il giudizio, rinviando la questione alla Corte di Giustizia Europea e ponendo la prima questione di pregiudizialità comunitaria riguardante i docenti della scuola pubblica italiana.

Inoltre la Fgu, che ha già vinto numerose cause di risarcimento riguardanti la stabilizzazione dei precari con oltre tre anni di servizio, è stata legittimata a stare in giudizio davanti alla Corte di Strasburgo a difesa degli insegnanti precari.

“Con questa importante ordinanza – commenta il coordinatore nazionale della Fgu, Rino Di Meglio – il giudice ha posto il problema delle continue contraddizioni in cui sono cadute finora le decisioni assunte dalla Corte di Cassazione in questo ambito, sottolineando anche la questione della retroattività dei provvedimenti adottati dal Parlamento italiano e l’incoerenza con quanto previsto dalla normativa europea”.

I comunicati degli altri sindacati

La Corte di Giustizia Europea si pronuncerà sui contratti reiterati dei precari

Precariato: la Corte europea di Strasburgo deciderà se stabilizzare nella scuola

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione