Precari, FdI: intesa inaccettabile, nessuna traccia dei PAS

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Fratelli d’Italia non concorda sull’intesa raggiunta ieri tra Miur e sindacati sul decreto salva-precari: “Sindacati hanno giocato con il governo”.

Si è concluso ieri l’accordo tra Miur e sindacati sul decreto per la stabilizzazione del personale precario. Non ci sta però FdI secondo cui è “un’intesa inaccettabile“.

Non si può proporre un concorso straordinario cioè ultra selettivo, in entrata ed in uscita con un esame al computer da superare raggiungendo un punteggio minimo di 7/10, affrontare una seconda prova orale selettiva abilitante ed essere titolari di un contratto fino al 30 giugno, oltre ad avere acquisito 24 Cfu, è un’umiliazione per i docenti con tre anni di servizio” spiega Fratelli d’Italia, che poi si domanda: “I sindacati che dovrebbero fare gli interessi dei lavoratori, perché in questa partita hanno giocato insieme al governo?“.

Altro punto su cui FdI si allontana dall’intesa firmata ieri è l’assenza dei PAS.

Nei giorni scorsi l’onorevole Ella Bucalo aveva sottolineato l’importanza di “un decreto per i precari e l’immediato avvio di concorsi straordinari, ed inoltre, PAS per tutti coloro che hanno i requisiti in modo da acquisire l’abilitazione“.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione