Precariato, Boccia: tempo pieno a Sud e Nord, scuole aperte di pomeriggio

di Vincenzo Brancatisano
ipsef

item-thumbnail

“Visto che tanti insegnanti sono riusciti ad andare in pensione grazie a quota cento, noi chiediamo quei posti. Vogliamo il ruolo e subito”.

Con questo messaggio preciso le insegnanti precarie delle graduatorie Gm 2016 in sit in davanti alla Camera dei Deputati si sono proposte di buon mattino nelle case degli italiani attraverso le telecamere della trasmissione Rai, Agorà, che aveva in studio alcuni politici. Ha raccolto la protesta solo Francesco Boccia, del Pd.

“La scuola – ha assicurato Boccia – è un punto centrale della proposta Pd. Intanto la scuola deve essere a tempo pieno da Sud a nord. Devono essere aperte di pomeriggio e i ragazzi devono avere la possibilità di svolgere tutte quelle attività che non riescono a svolgere per motivinsociali. Costo zero per le famiglie disagiate dall’asilo all’università, questa è una proposta del nostro segretario Zingaretti e Conte e in sintonia con noi su questi temi. Poi ci sono aspetti come quella degli insegnanti precari che manifestano oggi davanti a Montecitorio. È la vita di tutti i giorni di un Paese che ha vissuto un agosto folle. Ma da oggi siamo a settembre e occorre dare risposte. C’è un governo in carica, non mi risulta che Dalvini si sia dimesso. Anche se il governo non è  nella pienezza dei poteri deve dare delle risposte a questininsegnanti”

Il video della manifestazione

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione