Precari Bolzano: piano straordinario assunzioni o ricorreremo al Giudice. Colleghi già assunti con la Buona Scuola dietro ricorso

Stampa

I docenti abilitati precari della provincia di Bolzano, come apprendiamo dal Corriere dell'Alto Adige, stanno "pressando" affinché nella legge provinciale per l'Istruzione venga predisposto, anche in Alto Adige, un piano straordinario di assunzioni come avvenuto per il resto d'Italia. 

I docenti abilitati precari della provincia di Bolzano, come apprendiamo dal Corriere dell'Alto Adige, stanno "pressando" affinché nella legge provinciale per l'Istruzione venga predisposto, anche in Alto Adige, un piano straordinario di assunzioni come avvenuto per il resto d'Italia. 

Per detto piano spinge anche il consigliere Urzì, schieratosi apertamente a fianco dei precari.

Il malcontento e la seguente richiesta di stabilizzazione dei docenti nascono da due ordini di motivi:

  1. i tanti anni di precariato che moltissimi insegnanti (soprattutto di materie giuridico-economiche, musicali e filosofiche) hanno alle spalle;
  2. il timore che i docenti entrati di ruolo, in seguito a ricorso per partecipare al piano la Buona Scuola, possano rientrare in provincia e prendere così e cattedre rimanenti.

I docenti di cui al punto 2 (18 leggiamo nell'articolo del Corriere) avevano fatto ricorso per partecipare al piano straordinario previsto dalla legge n.107/2015, ottenendo quanto richiesto. Sulla scia di tale risultato altri otto docenti hanno fatto ricorso al TAR per analogo motivo, ottenendo l'accoglimento del ricorso; il Miur si è appellato ma, considerato l'esito del ricorso dei citati 18 docenti, hanno ottime speranze di essere assunti secondo quanto previsto dalla Buona Scuola.

A questo punto, anche gli altri insegnanti abilitati iscritti nelle graduatorie di Bolzano stanno meditando sul fatto di fare ricorso contro la Provincia, a meno che non si predisponga, come suddetto,  un piano straordinario di immissione in ruolo anche in Alto Adige. 

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur