Precari, asse Pd-M5S propone concorso straordinario con valutazione in ingresso. La Lega insiste su assunzione per titoli e servizi

Stampa

Sono in corso le votazioni agli emendamenti del decreto sostegni bis, compreso dunque quello relativo alla stabilizzazione dei precari. La seduta vede un vero e proprio braccio di ferro fra Lega e l’asse Pd-M5S.

A riferire il tutto è il sottosegretario all’Istruzione Rossano Sasso: “Il PD sulla scuola continua a seguire il M5S, proponendo praticamente un nuovo concorso straordinario, soluzione oggi improponibile se davvero si vuole arrivare a Settembre con le cattedre occupate, considerato che stiamo ancora aspettando la conclusione del precedente concorso straordinario. La Lega è disposta ad aprire un confronto e mediare sulla stabilizzazione per titoli e servizio degli insegnanti prevedendo anno di prova, percorso abilitante, formazione e valutazione finale, ma m5s e pd pretendono di operare questa valutazione in ingresso collegando il tutto sempre al loro concetto di “merito”“.

E ancora: “Valutare i docenti alla fine del periodo di prova anziché in ingresso rispetterebbe quanto previsto dall’art.97 della Costituzione e consentirebbe di superare lo storico problema delle cattedre scoperte nei mesi iniziali dell’anno scolastico, non solo: questi docenti sono comunque impegnati nelle nostre scuole come supplenti, saranno comunque in aula con i nostri ragazzi, quindi davvero non si comprendono le motivazioni di tale ostinazione. Senza dimenticare poi la normativa comunitaria e le numerose procedure aperte nei nostri confronti per l’abuso nella reiterazione dei contratti a termine.
Insomma, potremmo tutelare i diritti dei lavoratori e contemporaneamente il diritto allo studio, preservando il “merito” attraverso formazione e valutazione, ma pd e m5s si impuntano e dopo aver bloccato il Governo sulla stabilizzazione dei precari, ora bloccano anche la maggioranza parlamentare che sostiene questo Governo di unità nazionale“.

Sasso spiega dunque che: “Se il pd riformula il suo emendamento e mette la valutazione alla fine e non in ingresso siamo disponibili a votarlo, a differenza loro che invece non sono in nessun caso disponibili a votare il nostro emendamento “Pittoni“.

Dunque in commissione alla Camera è scontro aperto sulla questione precari. Scontro che però dovrà trovare necessariamente una conclusione. a quanto pare la Lega aprirebbe uno spiraglio, a determinate condizioni mentre invece il Pd e il M5S sembrerebbero più rigidi. Dopo una sospensione, alle 15,20 si riprende con la votazione degli emendamenti.

Precari, il Governo frena sulla stabilizzazione: il MEF vuole puntare sui supplenti covid. Sarà braccio di ferro con le forze politiche

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur