Precari, Anief: un esercito di esclusi dalla prima fascia Gps che porta all’immissione in ruolo

WhatsApp
Telegram

Anief – Perché gli idonei al concorso straordinario non sono stati inseriti nella prima fascia delle Gps? Perché chi è stato depennato dalle GaE non è stato reinserito nelle stesse Graduatorie provinciali delle supplenze nonostante ne avesse pieno diritto? Perché anche gli Itp e altre categorie di docenti che hanno vinto un contenzioso sono rimasti fuori dalle Gps?

A chiederlo al ministero dell’Istruzione è Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief, alla luce della mancata ricezione da parte della Camera degli emendamenti chiesti dal sindacato e da un folto schieramento politico, anche di partiti della maggioranza, al Decreto Legge Sostegni bis, sul quale a breve sarà votata la fiducia nell’Aula di Montecitorio. Durante un’intervista ad Italia Stampa, il leader dell’Anief annuncia che “se la norma rimane immutata, permettendo solo a chi sta in prima fascia di essere assunto in ruolo, a questo punto bisognerà ricorrere in tribunale: sia contro la mancata considerazione del requisito di servizio svolto” e dei titolo acquisiti ma non considerati,” sia per chi ha svolto supplenze pure nelle scuole non statali”.

L’esclusione di tanti precari idonei all’insegnamento, abilitati e specializzati dalle Gps è un errore dell’amministrazione clamoroso. “È la dimostrazione – dichiara Marcello Pacifico – che tutto il provvedimento approvato dal Governo è sbagliato e in più i precari inseriti in seconda fascia non riescono ad essere assunti in ruolo: anche contro questo ricorreremo, perché l’Europa ci dice che ci deve essere un canale di assunzioni riservato, mentre l’Italia ha ignorato questo”.

Secondo il sindacato, per i docenti esclusi in modo immotivato dalle Gps sarà inevitabile ricorrere al giudice. “Siamo pronti a tornare nei tribunali, per dare ragione al diritto e ad una svolta nella scuola italiana che permetta non solo la continuità didattica ma anche la valorizzazione del personale soprattutto rispetto alle norme comunitarie. Per cui per noi è inevitabile che da oggi in poi vi sia una nuova stagione di ricorsi”.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur