Precari abilitati che non vinceranno concorso 2016 tutelati: sì ad odg M5S. Ghizzoni (PD): norme specifiche per chi ha più di 36 mesi di servizio

Stampa

Una fase transitoria per i docenti abilitati dopo il concorso 2016. E' quanto chiesto e ottenuto dal M5S con un apposito ordine del giorno. Anche l'On. Ghizzoni (PD) è intervenuta in merito.

Una fase transitoria per i docenti abilitati dopo il concorso 2016. E' quanto chiesto e ottenuto dal M5S con un apposito ordine del giorno. Anche l'On. Ghizzoni (PD) è intervenuta in merito.

La questione è in questi giorni alla ribalta della cronaca scolastica, dopo le parole pronunciate dal Ministro

Concorso scuola 2015. Giannini, assumeremo un docente su 3 iscritti in GI. Nomina da parte dei presidi non è fuori controllo

Che fine faranno gli altri due docenti delle GI (ma non dimentichiamo che a partecipare saranno anche docenti delle GaE, che comunque manterrano il 50% delle immissioni in ruolo) che non vinceranno il concorso?

A rispondere l'On. Chimienti (M5S), che riporta l'Odg approvato

"Approvato il mio ordine del giorno alla legge di stabilità che impegna il Governo a predisporre una fase transitoria per la tutela dei docenti abilitati dopo il concorso-farsa del 2016.

Fase transitoria che stiamo già studiando insieme a voi: procedure concorsuali riservate o nuove modalità di immissione in ruolo come, ad esempio, un piano pluriennale con scorrimento delle graduatorie."

Ma anche l'On. Ghizzoni (PD) ha affrontato la questione, con particolare riferimento a chi ha più di 36 mesi di servizio

"Per chi non vincerà uno dei posti messo a concorso, lo scenario è identico all'attuale: la sua professionalità sarà utilizzata per le supplenze, che la L. 107 riserva agli abilitati. Per quanto riguarda poi la delega sulla nuova formazione iniziale e nuovo reclutamento dei docenti, sempre la L. 107 prevede "l'introduzione di una disciplina transitoria in relazione ai vigenti percorsi formativi e abilitanti e al reclutamento dei docenti nonché in merito alla valutazione della competenza e della professionalità per coloro che hanno conseguito l'abilitazione prima della data di entrata in vigore del decreto legislativo" attuattivo della delega. Per coloro i quali saranno in possesso di abilitazione, quindi, sarà disposta una disciplina specifica circa le modalità di reclutamento, verosimilmente non dissimile dall'attuale. E sarà fatta anche una valutazione per coloro i quali hanno un servizio superiore ai 36 mesi. Insomma, va redatta una disciplina transitoria tesa a valorizzare chi già si è formato e chi già lavora nella scuola."

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur