Pozzuoli, il Sindaco conferma contagi nella scuola. Fa appello ai cittadini

Stampa

Il sindaco di Pozzuoli, Vincenzo Figliolia, ha scritto un post su Facebook in cui afferma che i 16 casi di positività sono stati legati anche alla scuola. 

Nel post dedicato all’aggiornamento del Coronavirus, il Primo cittadino del Comune nel Napoletano ha precisato: “Mi sono stati comunicati i casi dalla ASL Napoli 2. I nuovi positivi sono SEDICI. Purtroppo alcuni tra questi appartengono al mondo della scuola”.

Il Sindaco ha assicura che la catena della rintracciabilità è già in atto e che si sta “risalendo a tutti i possibili contatti, con la tenace ed attiva collaborazione della dirigenza, estendendo la ricerca anche oltre quello che abitualmente viene fatto per non perdere alcun possibile passaggio”.

Dopo aver rassicurato che nulla sarà preso alla leggera, si è raccomandato al rispetto di alcune precauzioni, fra cui: “Non possiamo andare al lavoro, mandare i figli a scuola, in palestra, al parco, se ci sono sintomi. Non possiamo farlo se siamo in attesa di un tampone o se uno dei nostri familiari lo è. Peggio ancora se lo abbiamo fatto e siamo positivi. Non possiamo decidere autonomamente che la quarantena è finita perché ci sentiamo bene, siamo guariti, avevamo sbagliato. Mi rendo conto che è difficile, che le attese spesso sono lunghe, ma se non ci atteniamo alle regole oltre ad essere irresponsabili siamo complici del virus nella sua diffusione”.

Sempre sul post pubblicato su Facebook, ha ricordato alcuni numeri relativi al contagio. “Sono 299 in tutto gli abitanti della nostra città che hanno contratto il Coronavirus dall’inizio dell’epidemia.

-136 persone sono attualmente contagiate
-150 persone sono guarite definitivamente
– 13 persone sono decedute”

Stampa

Eurosofia: Analisi Comportamentale Applicata (ABA) tra i banchi di scuola. Non perderti questa grande opportunità formativa