Potere ai presidi: troppe competenze e responsabilità non retribuite

WhatsApp
Telegram

Nell’assemblea nazionale unitaria del 15 ottobre, indetta  da Snals-Confsal, Flc-Cgil, Cisl Scuola e Uil Scuola, si è esaminata la legge 107 del 2015 sottolineandone le criticità relative al sistema scuola.

Nell’assemblea nazionale unitaria del 15 ottobre, indetta  da Snals-Confsal, Flc-Cgil, Cisl Scuola e Uil Scuola, si è esaminata la legge 107 del 2015 sottolineandone le criticità relative al sistema scuola.

250 dirigenti scolastici hanno partecipato all’assemblea. Pasquale Ragone, coordinatore nazionale che rappresentava il segretario nazionale della Snals, ha ricordato quale sia la posizione del sindacato nei confronti della legge 107 ribadendo la contrarietà ad una legge che favorisce il decentramento amministrativo e burocratico più che favorire una reale autonomia didattica e gestionale delle scuole. Sui dirigenti scolastici, in questo modo, si scarica una mole di competenze e responsabilità che non trovano riscontro in un corrispettivo economico.

Il coordinatore ha ricordato anche che il legislatore ha la ferma volontà di proseguire sulla strada di decontrattualizzazione e di valutazione dei singoli docenti e dirigenti, trascurando il principio che ogni componente delle risorse contrattuali della scuola deve essere oggetto di contrattazione tra datore di lavoro e sindacato.




Sono intervenuti diversi dirigenti a rappresentanza di ogni siglia sindacale ed è stato evidenziato come le risorse economiche saranno insufficienti a ripianare i debiti contratti, contro la loro volontà, da alcuni dirigenti di Lazio e Abruzzo e già da questo mese questi dirigenti avranno una pesante trattenuta in busta paga. E’ stato fatto notare che sulle spalle dei dirigenti graverà anche la scelta dell’attribuzione del bonus, ciò potrebbe portare a mettere in discussione le intese professionali all’interno degli istituti generando nelle scuole un clima non sereno portando delle gravi ricadute sulla qualità dell’apprendimento e dell’insegnamento.

WhatsApp
Telegram

Diventa docente di sostegno, bando a breve: corso di preparazione, con simulatore per la preselettiva. 100 euro, scade oggi