Potenziare il sistema nazionale di valutazione, sulle spalle di scuole e docenti

di redazione
ipsef

red – La denuncia arriva dalla Gilda, che evidenzia come nella Sezione III del decreto legge sulla semplificazione e sviluppo ci siano delle dedicate al "Potenziamento del sistema nazionale di valutazione", ma come si intenda potenziare ai danni di scuole e docenti.

red – La denuncia arriva dalla Gilda, che evidenzia come nella Sezione III del decreto legge sulla semplificazione e sviluppo ci siano delle dedicate al "Potenziamento del sistema nazionale di valutazione", ma come si intenda potenziare ai danni di scuole e docenti.

Infatti, la bozza di decreto allo studio del Governo, intenderebbe attribuire alle scuola tutta la gestione delle prove Invalsi, quale attività ordinaria. Il che significa che i docente dovranno occuparsi, perchè compreso tra le mansioni ordinarie, della gestione di tutta la baracca Invalsi.

"La soluzione prospettata – dicono dalla Gilda – è assolutamente impropria nell´assegnare ai docenti la responsabilità di gestire la valutazione esterna che deve spettare – per essere seria e credibile – ad un organismo esterno. Come è noto, i docenti hanno la responsabilità della valutazione interna e sovrapporre valutati e valutatori appare assolutamente fuori luogo."

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione