Potenziamento solo per le supplenze, e i docenti non vengono sostituiti per mesi. Date per disperse le FAQ

WhatsApp
Telegram

Ancora segnalazioni alla nostra redazione sull’utilizzo improprio dei docenti assegnati al potenziamento nelle scuole.

E, dopo le contestazioni da parte dei sindacati, nessuna notizia delle FAQ ministeriali che avrebbero dovuto fornire qualche risposta agli interrogativi più frequenti.

A ridosso di Natale, ancora segnalazioni sulla collocazione degli insegnanti assegnati al potenziamento esclusivamente come docenti tappabuchi. Ma anche le supplenze vengono gestite male, perchè non sempre la disciplina coincide con quella insegnante dall’insegnante di potenziamento, e i titolari non vengono sostituiti per mesi.

“Mi utilizzano quasi unicamente per le sostituzioni per cui l’orario mi viene comunicato telefonicamente o giornalmente dal personale ATA. Non solo l’orario cambia riguardo alle classi e ai corsi ma anche riguardo a entrate ed uscite in base a quello del docente da sostituire. I docenti assenti non vengono sostituiti anche per mesi e questo significa che gli alunni non fanno più la materia visto che noi insegnanti di potenziamento cerchiamo di insegnare la nostra nelle ore di supplenza, che non sempre coincide con quella di chi andiamo a sostituire, anzi quasi mai, ed insegniamo all’impronta senza testi né mezzi per quanto possibile visto che le classi a cui dobbiamo dedicarci cambiano in continuazione. Non essendo mai stato organizzato un vero e proprio piano di potenziamento o anche solo di supporto ad alunni in difficoltà sulla materia o alunni con sostegno ecc non mi trovo quasi mai ad occuparmene purtroppo. Ciononostante non ho mai ore a disposizione perché ho un orario basato su compresenze, per le quali con i docenti avremmo progettato dei percorsi interessanti, innovativi ed utili per gli allievi, che in ogni caso non si svolgono quasi mai se non una volta al mese visto l’alto numero di docenti assenti ogni giorno. L’attività perde di significato per gli alunni che non hanno continuità e per noi docenti che ad un’età non più giovanissima e con esperienze e competenze da condividere siamo solo tappabuchi.”

E le FAQ sul potenziamento? A dire il vero qualcosa il Ministero aveva scritto ma, senza condividerle, i sindacati le hanno bocciate, lasciando così i docenti in balìa delle interpretazioni da parte dei Dirigenti Scolastici. E con l’avvicendamento ai vertici del Ministero, al momento le diamo per disperse.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur