Potenziamento infanzia necessario, migliaia di docenti in GaE. Lettera

ipsef

item-thumbnail

inviato da Maria Elena Marceno’ – Per migliorare la scuola italiana ultimamente si sta cercando di fare tanto ma ancora ci sono tante problematiche da affrontare e risolvere.

Tra queste, non ultime, il potenziamento delle tantissime maestre della scuola dell’infanzia statale che oggi vivono in sezioni numerosissime di bimbi che chiedono attenzioni e cure continue.

In una scuola inclusiva non si può non tener conto della richiesta di potenziamento per questa cdc, anche perché le graduatorie ad esaurimento contano ad oggi migliaia di docenti che attendono da tanti anni di lavorare e di essere stabilizzati.

Non si può lavorare in una sezione in un rapporto pari a 1:28, sono bimbi piccoli e le maestre vanno in burnout come già assodato.

Per il potenziato confido nella prossima legge di bilancio, e se la scuola dell’infanzia statale non è obbligatoria che il governo renda rendete l’ultimo anno tale. Bisogna cambiare quest’ordine scolastico, primo segmento dell’ istruzione ma ultimo ad essere contemplato nelle aule parlamentari. Grazie

Versione stampabile
anief banner
soloformazione