I posti di sostegno saranno 90.032 nel 2015. Come si formeranno gli insegnanti, precari e di ruolo

WhatsApp
Telegram

In risposta ad una interrogazione della Sen. Bignami il sottosegretario Toccafondi ha fatto il punto degli organici di sostegno e delle iniziative messe in atto per la formazione del personale della scuola, sia con l'acquisizione del titolo di sostegno sia con master e corsi di specializzazione.

In risposta ad una interrogazione della Sen. Bignami il sottosegretario Toccafondi ha fatto il punto degli organici di sostegno e delle iniziative messe in atto per la formazione del personale della scuola, sia con l'acquisizione del titolo di sostegno sia con master e corsi di specializzazione.

I posti di sostegno in organico di diritto sono attualmente 81.137, coperti con personale di ruolo, e arriveranno a 90.032 nel prossimo anno scolastico per effetto del piano assunzionale previsto dal decreto-legge n. 104 del 2013 (rimangono da assegnare a ruolo 8.900 posti, già coperti finanziariamente).

La formazione dei docenti

Per la formazione iniziale degli insegnanti sono in fase di svolgimento i percorsi previsti dal decreto ministeriale n. 249 del 2010 per l’acquisizione del titolo di specializzazione (corsi di sostegno TFA sostegno: bandi forse ad ottobre/novembre 2014. Selezioni, programmi, titoli di accesso )

Il sottosegretario evidenzia altresì che per la formazione continua e specialistica dei docenti in servizio, a seguito di un accordo sottoscritto il 5 luglio 2011 tra il Dicastero e le università presso le quali è attivo un corso di laurea in Scienze della formazione, è stato predisposto un piano nazionale di formazione sui disturbi specifici di apprendimento (DSA), nell’ambito del quale sono stati organizzati, a livello nazionale, 35 master universitari finanziati dal Ministero.

Riferisce, inoltre, che sono stati previsti nuovi percorsi formativi rivolti a docenti e dirigenti scolastici su specifiche tematiche e che nei prossimi mesi saranno attivati corsi di perfezionamento e master su autismo, sindrome ADHD, ritardo maturativo e mentale, rieducazione psicomotoria e disabilità sensoriali. Si tratta di ulteriori 40 master per una platea di docenti superiore alle 11.000 unità.

Precisa peraltro che il recente decreto ministeriale n. 762 del 2 ottobre 2014 ha dato attuazione all’articolo 16 del citato decreto-legge n. 104, che prevede percorsi di formazione e aggiornamento obbligatorio in servizio, con priorità per coloro che operano nelle classi con alunni con disabilità, al fine di fornire le competenze necessarie alla presa in carico del progetto inclusivo nelle singole classi e nell’intera comunità scolastica.

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur