Posti Quota 100, nuove assunzioni nel corso dell’anno. La scuola al momento è esclusa

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Pensioni Quota 100: agosto è il mese in cui otto dipendenti pubblici su 10 concludono il loro percorso lavorativo. Per la scuola stop il 31 agosto. 

Da Regioni, Comuni e Province – scrive il Messaggero – arriva  il 55,1% delle domande di pensionamento Quota 100.

A seguire la sanità con 2.344 (il 22,7%), soprattutto nel settore dei paramedici, amministrativi e tecnici.

E infine la scuola,  il comparto più ‘popolosò della Pubblica Amministrazione.

Avviene però che per sostituire i pensionamenti negli enti locali e nella sanità il Decreto su Quota 100 prevede la possibilità  – a determinate condizioni – di assunzioni nel corso dell’anno.

Possibilità dalla quale la scuola al momento è esclusa.

Numerose le richieste pervenute in tal senso. Capofila di questa battaglia l’On. Azzolina (M5S).

“Vorrei – scriveva la parlamentare già a luglio in una interrogazione a Bussetti  – si procedesse a destinare la metà dei posti liberati dall’accoglimento delle domande per Quota 100 al personale ATA e al personale docente per nuove immissioni in ruolo a tempo indeterminato anche successivamente al 1° settembre 2019, attribuendoli prioritariamente al personale precario ex. articolo 399 T.U. 297/1994.”

Una richiesta alla base del presidio che i docenti precari Coordinamento Nazionale GAE-GM Vincitori di Concorso organizzeranno dal 2 settembre al Miur e della manifestazione organizzata, sempre il 2 settembre a P.zza Montecitorio da Vincitori concorso 2016, idonei 2016 e docenti Gae del MOVIMENTO DOCENTI MOTIVATI E IN FORMAZIONE CONTINUA

Lo scenario politico al momento non permette di avanzare alcuna ipotesi in merito. In ogni caso dal 1° settembre sono possibili solo nomine giuridiche, il fenomeno della supplentite non sarebbe lenito da questo provvedimento. Si potrebbe però avere un quadro più chiaro dei posti realmente vacanti, nonché offrire stabilità ai docenti interessati.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione