Post contro Carabiniere “uno di meno”: docente “scagionata” da un familiare. Presenta memoria difensiva

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Docente scagionata, non è l’autrice del messaggio. Almeno secondo quanto riportato in un documento presentato durante l’incontro all’Ufficio Scolastico regionale di Torino, nell’ambito del procedimento disciplinare aperto nei suoi confronti

La docente è stata scagionata dal vero autore del post offensivo. Docente di Novara colpita da un procedimento disciplinare, notificato dall’ufficio scolastico regionale del Piemonte, per un post su Facebook in cui si dileggiava il carabiniere Mario Cerciello Rega, ucciso a Roma

Alla docente era stata contestata la violazione dei doveri d’ufficio per avere tenuto una condotta gravemente in contrasto con la funzione educativa e gravemente lesiva dell’immagine della scuola, della pubblica amministrazione, degli alunni e delle famiglie.

La docente ha consegnato alla commissione, insieme alla memoria difensiva, una dichiarazione di un suo familiare che ha ammesso di essere il responsabile.
Adesso l’ufficio procedimenti disciplinari valuterà la strategia difensiva.
La decisione dovrà essere presa prima del 9 settembre.
Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione