Posizioni economiche ATA. Sindacati inviano diffida dopo avvio procedura recupero somme

di redazione
ipsef

red – Ieri vi abbiamo dato notizia all’avvio del recupero delle somme percepite dagli ATA relativamente alle posizioni economiche I e II.

red – Ieri vi abbiamo dato notizia all’avvio del recupero delle somme percepite dagli ATA relativamente alle posizioni economiche I e II.

Il MIUR ha, infatti, inviato al MEF una nota con la quale si dava il via per il recupero delle somme già corrisposte con decorrenza settembre 2013, riguardante o nuove attribuzioni di posizioni economiche oppure quelle acquisite con decorrenza settembre 2011. Leggi i particolari con il testo della nota e il nostro commento

Ieri stesso abbiamo scritto di essere in in attesa della reazione da parte dei sindacati, reazione che non si è fatta attendere.

Infatti, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals Confsal e Gilda Unams hanno inviato ieri al MIUR e al MEF una specifica diffida con la quale si intima alle due amministrazioni (istruzione ed economia) di non procedere al recupero delle retribuzioni connesse alle posizioni economiche del personale ATA della scuola.

Sindacati che, al contempo, hanno proclamato lo stato di agitazione della categoria e richiesto l’attivazione della procedura di conciliazione: in caso di fallimento il personale si asterrà da tutte le prestazioni connesse alle posizioni economiche maturate.

La FLCGIL ha già chiesto ai propri iscritti di incrociare le braccia dal 21 febbraio. Mentre l’ANIEF parla di "accanimento contro il personale non docente", ricordando di aver presentato un emendamento ad hoc sulla questione e minacciando, qualora l’emendamento non andasse in porto, un ricorso al Giudice del lavoro.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione