In Portogallo si potenzia lingua madre e matematica. Ed anche la formazione professionale

di redazione
ipsef

red – Il Ministero dell’Istruzione e della Scienza del Portogallo ha avviato una riforma dell’istruzione che ha puntato sulle conoscenze essenziali degli studenti. Questo è stato ottenuto aumentando l’autonomia delle scuole; attuando una valutazione continua ed indipendente e investendo nello strumento più importante in classe, il ruolo dell’insegnante e la qualità dell’insegnamento.

red – Il Ministero dell’Istruzione e della Scienza del Portogallo ha avviato una riforma dell’istruzione che ha puntato sulle conoscenze essenziali degli studenti. Questo è stato ottenuto aumentando l’autonomia delle scuole; attuando una valutazione continua ed indipendente e investendo nello strumento più importante in classe, il ruolo dell’insegnante e la qualità dell’insegnamento.

I principali interventi hanno riguardato una revisione della struttura dei programmi,

  1. estendendo il tempo di insegnamento per il portoghese e la matematica, così come la storia, la geografia e la scienza,
  2. rendendo inglese obbligatorio per cinque anni di scuola, e
  3. consolidando l’autonomia pedagogica delle scuole, consentendo una maggiore flessibilità sul modo in cui il curriculum è organizzato e gestito.

Avviato anche un progetto pilota per la formazione professionale che offre l’offerta educativa alternativa per gli studenti che vogliono un percorso più pratico di educazione. Nel primo anno del progetto, 2012/13, questo percorso è stato disponibile per l’istruzione di base e secondaria inferiore (classi quinte al nono). Nel 2013/14, il progetto è stato esteso ad altre scuole di questo livello e anche a livello secondario superiore.

Questa misura mira a sostenere l’espansione della scuola dell’obbligo (che a partire dal 2012/13 è di 12 anni) e per fornire una varietà di percorsi nel sistema. A livello secondario superiore, questa alternativa è stata adattata per i giovani oltre 16 anni che vorrebbero avere una formazione più pratica, aumentando la componente tecnica con stretti legami con il mondo degli affari. I corsi offrono reali opportunità professionali, ma anche la possibilità di ulteriori studi nell’istruzione superiore, e vantano protocolli con gli istituti di istruzione superiore in modo che le offerte sono coordinati, monitorati e valutati.

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief voglioinsegnare