PON scuole paritarie, Fidae: attendiamo modifica Accordo partenariato con l’Europa

 Fidae Lombardia – Gent.mi,
con la presente si inviano alcuni aggiornamenti:

a)  Istanze di riconoscimento della parità scolastica.
L’Ufficio Scolastico per la Regione Lombardia ha pubblicato le Disposizioni per la presentazione delle Istanze di riconoscimento della parità scolastica, per l’anno scolastico 2017/2018, di sezioni di scuole dell’infanzia, di corsi di scuole primarie e secondarie di I e II grado (clicca qui per leggere).

Si allega domanda di riconoscimento della parità scolastica con decorrenza dall’anno scolastico 2017/2018 (clicca qui per leggere).

Allo scopo risulta molto chiara la Nota esplicativa molto precisa redatta dal Centro Servizi (clicca qui per leggere).

b) Accesso PON Istruzione alle scuole Paritarie. Oltre ogni dichiarazione di intenti che abbiamo udito e letto c’è poi il confronto con la realtà. Che i PON siano stati finalmente aperti alle scuole paritarie, pubbliche al pari delle scuole statali ci appare un atto dovuto, per chi dichiara di porre al centro lo studente. Pur tuttavia nel sistema scolastico Italiano abbiamo imparato che dichiarare il diritto non basta… c’è un tempo più o meno indefinito (spesso giustificato con il salvagente burocrazia) per garantirlo (basti pensare che la famiglia attende dal 1948?). E il passaggio dalle parole ai fatti ha sempre un tempo che resta incerto. Pertanto mentre si registra l’apertura chiediamo quando sarà possibile accedervi. Non c’è nulla di peggio che dichiarare un principio di diritto e non rendo applicabile. Genera frustrazione… (clicca qui).

Ma con la fiducia e la determinazione di sempre, chiediamo a chi di dovere di definire i tempi di accesso ai Pon, già dal mese di Novembre 2016, quando il sottosegretario Toccafondi (che ha la delega alla parità) in una lunga intervista rilasciata al Sussidiario ne dava l’annuncio, che come è giusto che sia le scuole hanno seriamente registrato (clicca qui per leggere).

A quanti ci hanno scritto domandandoci chiarificazioni, lo stato dell’arte è il seguente

Interpretazione “paritaria” delle norme sul “PON Istruzione” La legge di stabilità, come già comunicato, precisa all’art. 1 comma 313 che il Programma Operativo Nazionale (PON) per la scuola (progetti finanziati con risorse europee) è destinato alle istituzioni scolastiche sia statali sia paritarie. Ci preme precisare che il Miur potrà destinare tali risorse anche alle scuole paritarie di ogni ordine e grado solo dopo una necessaria modifica dell’Accordo di partenariato con l’Europa. Ad oggi non ci sono certezze in merito alla tempistica di apertura a tali bandi.  (clicca qui per leggere)

Andiamo avanti con coraggio con i più cari saluti sr Anna Monia Alfieri

Con i 24 CFU proposti da Mnemosine puoi partecipare al Concorso. Esami in un solo giorno in tutta Italia