PON, proroga scadenze per 4 progetti e precisazioni di carattere generale sul progetto “Per la Scuola”

WhatsApp
Telegram

Il MIUR ha pubblicato alcuni Avvisi, a valere sul Fondo Sociale Europeo, nell’ambito del PON “Per la Scuola” 2014-2020 e si forniscono le seguenti precisazioni di carattere generale:

– Aggiuntività del PON: con le risorse del PON “Per la Scuola” si finanziano attività aggiuntive rispetto a quelle previste nell’orario scolastico. In nessun caso è, infatti, possibile remunerare con tali fondi aggiuntivi il personale utilizzato durante l’orario di servizio. Ciò premesso, le modalità di svolgimento delle attività finanziate con il Programma operativo nazionale “PON Per la Scuola” 2014-2020 sono demandate all’autonomia delle singole istituzioni scolastiche e alla flessibilità consentita alla medesime scuole nell’articolazione dell’orario scolastico, nel rispetto della normativa nazionale. In particolare, si precisa che i progetti di alternanza scuola-lavoro, di orientamento e quelli rivolti alle alunne e agli alunni della scuola dell’infanzia possono essere realizzati, laddove non è possibile procedere diversamente, anche nella fascia oraria curriculare, ferma restando la completa fruizione del curricolo scolastico e il richiamato principio secondo il quale il personale scolastico non può essere remunerato con i fondi strutturali per le attività prestate durante l’orario di servizio. – Collaborazioni con altri soggetti: per quanto riguarda le collaborazioni con altri soggetti cui si fa riferimento nei diversi Avvisi, si precisa che in fase di presentazione della proposta progettuale le istituzioni scolastiche potranno indicare, al fine di qualificare il progetto e avere accesso al punteggio aggiuntivo, solo l’oggetto della collaborazione e la tipologia dei soggetti da coinvolgere (senza specificare quale sia il soggetto). La selezione degli esperti/dei soggetti da coinvolgere andrà, invece, fatta a posteriori, una volta che il progetto abbia ricevuto la specifica autorizzazione al finanziamento. Tale selezione avviene mediante avviso pubblico rivolto ai singoli esperti e professionisti, oppure tramite bando di gara rivolto a operatori economici che svolgono servizi della tipologia indicata in sede di presentazione della proposta progettuale. Qualora, invece, la collaborazione sia interamente a titolo gratuito, anche in forma di coprogettazione, il soggetto coinvolto può essere indicato in modo specifico già al momento della presentazione della proposta progettuale. Si ricorda, infine, che in ogni caso non è consentito delegare a soggetti esterni l’intero progetto la cui titolarità e relativa gestione organizzativa, amministrativa e contabile rimane di esclusiva competenza e responsabilità della scuola proponente.
Si richiama l’attenzione anche su quanto stabilito in merito dalla normativa comunitaria, che dispone il divieto di doppio finanziamento per le attività progettate e proposte a valere sui fondi strutturali, conformemente al principio della sana gestione finanziaria (Regolamento UE n. 1303/2013, Considerato n. 30 e n. 38 e art. 125). 2 In merito alle procedure ad evidenza pubblica, saranno comunque emanate, a cura dell’Autorità di gestione, apposite Disposizioni e Istruzioni per l’attuazione degli interventi finanziati dai Fondi Strutturali 2014-2020.

– Alunne e alunni, studentesse e studenti da coinvolgere: in merito al numero degli alunni e delle alunne da indicare in fase di presentazione della proposta progettuale, si precisa che il numero minimo per ogni singolo modulo didattico è di 15 partecipanti. Tuttavia, il finanziamento dei progetti, basato sul sistema dei costi standard, è parametrato su 20 partecipanti, per cui coinvolgere un numero inferiore ai 20 partecipanti determina una riduzione percentuale del finanziamento. In ordine alle assenze, si ricorda che qualora si verificasse una riduzione dei partecipanti al di sotto di 9 per due volte consecutive, il modulo non potrà proseguire. È sempre possibile comunque aumentare il numero dei partecipanti ai moduli didattici qualora ciò risulti compatibile con il massimale delle risorse finanziarie previste in ciascun Avviso.

Infine, in considerazione della complessità delle operazioni previste per la presentazione dei progetti, in particolare per le scuole che accedono per la prima volta ai fondi strutturali europei, si comunica che è prorogata la scadenza per la presentazione dei progetti degli Avvisi indicati nella tabella sottostante, i cui termini vengono rideterminati come da allegato.

avvisi pon Per La Scuola

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito