PON. Progetti costo standard, programmazione percorsi formativi con ore intere. Minuti eccedenti non riconosciuti

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il Miur ha diramato la nota n. 4243 del 7 marzo 2018, con la quale fornisce chiarimenti in merito al calcolo delle ore nell’ambito dei Progetti a costi standard.

I chiarimenti si sono resi necessari in seguito ad un controllo a campione sullo stato di avanzamento dei progetti autorizzati a valere sul Fondo Sociale Europeo, dal quale è emerso che alcune scuole hanno programmato o sono in via di programmazione di ore non intere (ad esempio 14,00- 15.30) nell’ambito dei percorsi.

L’Amministrazione sottolinea che il sistema informatico permette la programmazione di ore non intere, in quanto la funzione riguarda anche i progetti a costi reali.

Nel caso di progetti a costi standard, la programmazione di ore non intere comporta dei rischi qualora i partecipanti registrino delle assenze e il monte ore realizzato non risultasse un numero intero (ad esempio 25 ore e trenta minuti). In tal caso, i 30 minuti eccedenti non verrebbero considerati nel calcolo dell’importo effettivo, in quanto viene riconosciuto il costo di gestione limitatamente al numero delle ore intere.

Alla luce di quanto suddetto, il Miur invita le scuole a programmare i percorsi formativi sulla base di ore intere e, possibilmente, a rivedere l’eventuale calendario già programmato modificandone la tempistica che implichi la previsione di ore non intere.

nota

Versione stampabile
Argomenti:
anief anief
soloformazione