PON, indicazioni Miur su applicazione nuovo Regolamento contabile

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il Miur, con nota n. 4939 del 20/02/2019, ha fornito indicazioni alle scuole beneficiarie di risorse derivanti da fondi comunitari (ovvero fondi a valere su FSC – Fondo per lo Sviluppo e la Coesione), affinché le stesse adeguino le proprie attività di acquisto di beni e servizi alle nuove disposizioni dettate dal D.I. n. 129/2018, ossia dal nuovo Regolamento contabile.

Ricordiamo che il Regolamento è entrato in vigore il 17 novembre 2018.

PON/FSC e Regolamento contabile: applicazione

Il nuovo Regolamento si applica:

  • alle procedure e ai contratti per i quali i bandi o gli avvisi di indizione della procedura di scelta del contraente siano pubblicati successivamente alla data della sua entrata in vigore;
  • in caso di contratti senza pubblicazione di bandi o di avvisi, alle procedure e ai contratti in relazione ai quali, alla data di entrata in vigore del regolamento, non siano ancora stati inviati gli inviti a presentare le offerte

PON/FSC e Regolamento contabile: attività negoziali dirigenti

L’articolo 45, comma 2, del D.I. n. 129/2018 elenca le attività negoziali che i Dirigenti Scolastici possono porre in essere nel rispetto dei criteri e dei limiti dettati, con apposite delibere, dal Consiglio d’Istituto della singola Scuola.

La lettera a) del citato succitato 2 dell’art. 45 stabilisce che:

  • per gli affidamenti di importo inferiore o uguale a € 10.000 (IVA esclusa), il dirigente può operare mediante il ricorso agli affidamenti diretti di cui all’articolo 36, comma 2, lett. a) del D.Lgs. 50/2016, in piena autonomia, ossia senza necessità di un intervento preventivo del Consiglio d’Istituto, nel rispetto naturalmente delle disposizioni normative vigenti;
  • per gli affidamenti di importo superiore a € 10.000 (IVA esclusa) ma inferiore a € 40.000 (IVA esclusa), le Istituzioni scolastiche possono ricorrere a procedure di affidamento diretto di cui all’articolo 36, comma 2, lett. a) del D.Lgs. 50/2016, nei limiti e nel rispetto dei criteri stabiliti con apposita delibera del Consiglio di Istituto;

Le scuole che ancora non abbiano provveduto, sono invitate ad adottare il prima possibile la delibera suddetta, al fine di adeguare la propria regolamentazione interna alla nuova disciplina, in un’ottica di armonizzazione e uniformità normativa.

Rispetto al vecchio regolamento:

  • la soglia, entro cui il Dirigente scolastico può ricorrere in autonomia all’affidamento diretto viene innalzata da 2.000 a 10.000 euro;
  • viene eliminato l’obbligo per il Dirigente di procedere alla scelta del contraente «previa comparazione delle offerte di almeno tre ditte direttamente interpellate», qualora l’importo, posto a base dell’acquisto di beni e servizi, fosse superiore a «€ 2.000 oppure il limite preventivamente fissato dal Consiglio d’istituto
  • rimane ferma la possibilità di effettuare affidamenti diretti al di sopra di € 10.000 fino a € 40.000 (soglia individuata dall’articolo 36, comma 2, lett. a) del D.Lgs. 50/2016), con la precisazione che il Consiglio d’istituto deve preventivamente adottare una delibera che definisca i criteri ed i limiti di tali affidamenti, secondo quanto chiarito nella succitata nota AOODGRUF prot. n. 74/2019.

Programma annuale e PON /FSC

Il programma annuale, considerata la data di entrata in vigore del nuovo Regolamento contabile, dovrà essere approvato entro il prossimo 15 marzo.

La nota, al riguardo, fornisce indicazioni relative alla predisposizione nel caso di utilizzo di finanziamenti vincolati, destinati, in particolare, alla realizzazione di progetti finanziati dall’Unione Europea, ossia dal Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC).

Le risorse finanziarie relative ai progetti PON/FSC, non ultimati nell’esercizio precedente, sono confluite nell’avanzo di amministrazione. Al fine di consentire un immediato utilizzo delle predette risorse è necessario procedere ad un’operazione di riporto nell’esercizio finanziario 2019 in virtù della formale autorizzazione già concessa dalla Autorità di Gestione.

E’ pertanto necessario che ciascuna scuola codifichi correttamente  i progetti in questione, per garantire la rappresentazione omogenea dei fatti contabili ed il regolare andamento della separatezza di gestione da altri finanziamenti fino alla conclusione degli stessi. A tal fine bisogna seguire le indicazioni fornite nella Tabella allegata alla nota.

nota

tabella

Versione stampabile
anief banner
soloformazione