Politiche sportive scolastiche: tutti i progetti attivi per le scuole

WhatsApp
Telegram

Analizziamo le pratiche sportive che il Ministero dell’Istruzione attua in ambito scolastico, illustrando le azioni concrete e le opportunità per alunni e studenti delle scuole di ogni ordine e grado.

Le iniziative promosse dal Ministero dell’Istruzione, attraverso la realizzazione di progetti nelle scuole, sono volte a promuovere sani stili di vita e a valorizzare le diversità. Diventano, così, un insostituibile mezzo di prevenzione contro fenomeni di obesità, violenza, bullismo, discriminazioni razziali e di genere. Infatti, praticare attività sportive favorisce, da un lato, lo sviluppo di competenze personali, migliora l’autostima e l’autonomia e insegna a gestire ansia e stress; stimola, dall’altro, anche la capacità relazionale, l’adattamento all’ambiente e l’integrazione sociale. Lo Sport si configura, all’interno di questo percorso, anche come strumento utile all’inclusione sociale di alunni e studenti in situazioni di disagio psicologico, familiare o economico.

Le finalità delle attività sportive scolastiche.

Le attività sono finalizzate a:

  • diffondere una corretta cultura dello sport
  • contrastare l’abbandono scolastico
  • facilitare l’inclusione della fasce più deboli della popolazione scolastica
  • favorire la partecipazione attiva degli alunni con disabilità.

I campionati studenteschi.

I Campionati Studenteschi sono organizzati dal Ministero dell’Istruzione in collaborazione con Sport e Salute SpA, con il Comitato Italiano Paralimpico (CIP), con le Federazioni Sportive Nazionali (FSN) e le Discipline Sportive Associate (DSA) riconosciute dal CONI, con le Federazioni Sportive e Discipline Sportive riconosciute dal CIP, con le Regioni e gli Enti locali.

Ai campionati studenteschi possono partecipare solo alunni e studenti delle istituzioni scolastiche secondarie di primo e secondo grado, regolarmente iscritti e frequentanti.

È ammessa la partecipazione anche di alunni e studenti regolarmente iscritti nelle scuole paritarie.

Per partecipare, le istituzioni scolastiche devono registrarsi sul portale dedicato www.campionatistudenteschi.it, gestito dall’INDIRE. Sarà necessario indicare:

  • i dati di riferimento dell’istituto;
  • i riferimenti alla delibera relativa alla costituzione o aggiornamento del Centro Sportivo Scolastico;
  • le discipline sportive a cui si ha intenzione di partecipare nelle fasi successive a quella di istituto;
  • i docenti referenti e accompagnatori (qualora non ci fossero docenti disponibili, al fine di tutelare il diritto acquisito dagli studenti, il Dirigente scolastico potrà inoltrare opportuna richiesta al competente Ufficio Scolastico Regionale che provvederà, attraverso le strutture territoriali, all’individuazione e alla nomina di un docente accompagnatore);
  • gli studenti partecipanti.

Nella sezione “Eventi” è possibile la creazione di un evento per la fase d’Istituto, l’iscrizione ad un evento delle fasi d’Istituto o l’iscrizione ad un evento, successivo alle fasi d’Istituto, creato dal Referente territoriale e/o Coordinatore regionale di educazione fisica e sportiva.

È inoltre possibile inserire possibile inserire le informazioni relative ad altri progetti sportivi scolastici: progetti nazionali e/o progetti di attività motoria approvati dagli organi collegiali.

Ciascun Istituto dovrà individuare docenti, studenti, genitori ed operatori scolastici disponibili a collaborare in compiti di organizzazione, giuria, arbitraggio e cronometraggio, specialmente nelle fasi d’Istituto, comunali e distrettuali individuando il numero tra studenti e accompagnatori.

Progetto Studenti Atleti di Alto Livello.

Il progetto è un programma sperimentale per una formazione di tipo innovativo destinato a studenti-atleti di alto livello: l’opportunità è riservata agli istituti di istruzione secondaria di secondo grado statali.

È ammessa la partecipazione anche di alunni e studenti regolarmente iscritti nelle scuole paritarie.

La finalità è di supportare il successo formativo degli studenti impegnati in attività agonistiche di alto livello grazie all’opportunità di personalizzazione del relativo percorso didattico, conciliando il percorso scolastico con quello agonistico attraverso la formulazione di un Progetto Formativo Personalizzato (PFP) redatto dal Consiglio di Classe.

Per l’anno 2020-2021, sono stati 1.584 gli Istituti scolastici che hanno presentato la richiesta di adesione al Progetto sperimentale per 14.302 studenti, di cui 61 impegnati in sport paralimpici, sostenuti da 5.442 tutor scolastici e da 5.843 tutor sportivi.

Analizzando l’aspetto sportivo, il numero maggiore di richieste di adesione è pervenuto per atleti tesserati per la FIGC (Calcio), seguita dalla FIP (Pallacanestro), la FIN (Nuoto), la FIPAV (Pallavolo) la FIDAL (Atletica Leggera).

La procedura di adesione si svolge sulla piattaforma https://studentiatleti.indire.it/. Sarà necessario inserire:

  • dati dello studente-atleta;
  • dati del tutor scolastico;
  • dati dello sport da seguire;
  • le attestazioni sportive dello studente;
  • il piano formativo personalizzato.

Per assistenza sul progetto scrivere a: [email protected]

Ulteriori progetti nazionali.

Il Ministero dell’Istruzione (MI) e Sport e salute S.p.A. in collaborazione con il Comitato Italiano Paralimpico (CIP), promuovono la procedura unificata di acquisizione e diffusione delle attività progettuali a carattere nazionale e/o regionale, proposte dagli Organismi Sportivi affiliati al CONI e al CIP (Federazioni Sportive Nazionali, Discipline Sportive Associate, Enti di Promozione Sportiva e Associazioni Benemerite) e finalizzate all’ampliamento dell’offerta formativa delle Istituzioni scolastiche.

Gli Organismi Sportivi interessati possono presentare i progetti sulla piattaforma http://progettiscolastici.sportesalute.eu/ messa a disposizione da Sport e Salute S.p.a., con la quale sarà gestito anche il successivo monitoraggio dei progetti presentati.

La qualificazione di “progetto nazionale” si riferisce ad attività diffuse in almeno tre regioni. Si rappresenta, inoltre, che questo Ministero non potrà valutare progetti che si avvalgano di sponsor privati, fatta eccezione per l’uso di sponsor tecnici, i cui benefici siano diretti all’acquisizione di materiale sportivo che, al termine del progetto, resterà in uso alle Istituzioni scolastiche. I progetti saranno validati da un’apposita Commissione costituita dal Ministero dell’Istruzione. Al termine della procedura di valutazione, l’Ufficio V Politiche sportive scolastiche pubblicherà l’elenco dei progetti selezionati, per i quali potrà essere richiesto l’uso del logo di questo Ministero, e ne curerà la diffusione attraverso i canali istituzionali.

Progetto nazionale “Scuola Attiva Junior”.

Il progetto ha la finalità di promuovere percorsi di orientamento sportivo, in collaborazione con le Federazioni Sportive Nazionali, in continuità con quanto proposto nelle ultime due classi della Scuola primaria (progetto “Scuola Attiva Kids”) attraverso il potenziamento dello sviluppo motorio globale, utile alla pratica di tutti gli sport. Le finalità del percorso, inoltre, sono quelle di promuovere la pratica sportiva attraverso un approccio multidisciplinare, incoraggiando gli alunni, in base alle proprie attitudini motorie ad una scelta consapevole dell’attività sportiva e quella di supportare le famiglie attraverso un’offerta sportiva pomeridiana per i propri ragazzi.

Il progetto prevede un percorso sportivo dedicato a tutte le classi dalla 1ª alla 3ª, fino ad un massimo di 21 classi per scuola.

Per ogni classe coinvolta, un tecnico federale, prioritariamente selezionato tra coloro in possesso di Diploma ISEF o Laurea in Scienze Motorie e con esperienza nelle attività per i ragazzi della fascia di età della Scuola secondaria di I grado, collabora con l’Insegnante di Educazione Fisica, affiancandolo nelle ore curriculari (due ore per classe) per ciascuno sport, condividendo competenze e know-how specifici per la relativa disciplina.

In allegato la guida per l’iscrizione ai campionati studenteschi.

Guida_Campionati_Studenteschi

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur