Poesia sulla didattica a distanza

WhatsApp
Telegram
ex

inviata dal Prof. Cesare Bartoccioni

Oggi si vive di pane e bacheca
Me la riguardo da man fin a sera
E se vi metto una condivisione
Tosto controllo la presa visione
Ogni qualvolta è una vera emozione
Quando è segnata una videolezione
Ma soprattutto quand’è anticipata
A quel momento in cui indossi il pigiama
Babbo ma i compiti li ho scaricati
Certo ma questi son quelli serali
Ma non riesco son le ventitré
Falli ti dico che poi più ce n’è
Senti ma questa videoconferenza
La sentono anche dall’altra finestra
Se si dilunga poi la tua maestra
Ti si raffredda lo sai la minestra
Hai tu l’orario della settimana?
No mi dispiace ho la linea ch’è andata
Lo chiederei alla rappresentante
Se non ne avesse da fare già tante
Qui sono i compiti appena segnati
Oste a me questi non li hanno mandati
Sì li ha già scritti saranno tre dì
Ma son per oggi o per mercoledì?
Ah non ne ho idea adesso guardo la chat
Son tutti quanti concordi a metà
Ma tu la usi poi la piattaforma?
Mah non lo so, che non tutto mi torna
E gli esercizi li guardi da web?
Io uso l’app ma non vedo un granché
Ma la lezione a che ora sarà?
Bah dai qualcuno poi ce lo dirà
Direi di prenderla come la viene
Senza far prenderci da troppe pene
Ché i sol pensieri che fan da sostegni
È che ritornino presto gli impegni

WhatsApp
Telegram

Concorso ordinario secondaria: diventerà annuale. Nessuna prova preselettiva. Eurosofia mette a disposizione i propri esperti