Pochi i corsi di recupero dei debiti scolastici organizzati dalle scuole

WhatsApp
Telegram

Uno studente su tre, tra i 1.500 intervistati da Skuola.net, non avrà il corso di recupero a scuola, perché le scuole non hanno i fondi per organizzarli: il fondo per il miglioramento dell’offerta formativa, destinato anche a queste attività, nel 2011 contava su 1.480 milioni di euro che, nel 2013, sono stati ridotti a poco più di un terzo, 481 milioni di euro.

Il 58% degli studenti dice che li frequenterà: alcuni saranno organizzati anche con la partecipazione degli studenti più bravi , che si improvviseranno tutor.

Uno studente su tre, tra i 1.500 intervistati da Skuola.net, non avrà il corso di recupero a scuola, perché le scuole non hanno i fondi per organizzarli: il fondo per il miglioramento dell’offerta formativa, destinato anche a queste attività, nel 2011 contava su 1.480 milioni di euro che, nel 2013, sono stati ridotti a poco più di un terzo, 481 milioni di euro.

Il 58% degli studenti dice che li frequenterà: alcuni saranno organizzati anche con la partecipazione degli studenti più bravi , che si improvviseranno tutor.

Il 60% degli intervistati dal sondaggio invece si preparerà privatamente, mentre l’11% chiederà una mano ad amici e parenti, possibilmente gratis.

La spesa a cui vanno incontro le famiglie è considerevole, considerando che un ragazzo su 2 seguirà oltre 15 ore di corso e uno su 10 ne seguirà oltre 22.

Gli studenti assicurano nel 44% dei casi che i genitori non baderanno a spese.

 

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur