Pnrr, su scuola e asili nido non si colmeranno i divari. Lo dice lo Svimez

WhatsApp
Telegram

La finalità di coesione territoriale del “Pnrr della scuola” è a rischio: i criteri ministeriali di riparto delle risorse a livello regionale non hanno tenuto conto dell’eterogeneità delle regioni in termini di fabbisogni di investimenti.

Lo dice lo Svimez che lancia dunque l’allarme in merito all’utilizzo dei fondi del Pnrr per i progetti relativi ad asili nido e scuola.

Il sistema dei bandi competitivi ha spesso penalizzato i territori con carenza di servizi e strutture (tempo pieno, palestre, mense), anche a causa della debolezza delle amministrazioni, prosegue l’istituto.

Il rischio è che aumentino le disuguaglianze territoriali. Napoli e Palermo sono tra le ultime quindici province nella graduatoria per risorse pro capite assegnate, aggiunge.

Nei giorni scorsi il Ministro Valditara era intervenuto sul tema progetti per asili nido e scuole dell’infanzia: “stiamo lavorando per trovare soluzioni compatibili, sia con la Commissione europea sia con i Comuni, per mettere in sicurezza questo obiettivo che vale 4,6 miliardi di finanziamenti”.

“L’Investimento del PNRR 1.1 “Piano asili nido e scuole dell’infanzia”, destinato a garantire alle famiglie italiane 264mila nuovi posti negli asili nido e 1.880 interventi di edilizia, è un obiettivo che il nostro Paese e questo Governo non possono e non vogliono mancare”, rimarca Valditara.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri