PNRR, pieno di tecnologie e non solo. Poi formare i docenti per innovare la didattica. INTERVISTE alla presentazione di DIDACTA 2023

WhatsApp
Telegram

Si è svolta oggi al Ministero la presentazione della sesta edizione di DIDACTA che quest’anno si svolgerà a Firenze nel mese di Marzo.

All’incontro, oltre al Ministro, erano presenti la Dirigente dell’istituto Indire (partner scientifico di DIDACTA), il Presidente della stessa fiera e Carmela Palumbo (Capo Dipartimento per il sistema educativo di istruzione e di formazione).

Per Cristina Grieco, Presidente di INDIRE, l’Italia ha una grande occasione di colmare il gap degli ambienti di apprendimento, ponendoli in linea con le nuove tecnologie. Ha ribadito l’impegno dell’istituto che insieme al Ministero, alle Regioni e alle scuole è impegnato nel far confluire in maniera sinergica i finanziamenti. “Si tratta – ha detto alla nostra giornalista – di una opportunità straordinario di risorse”. Importante è non disperderle e aiutare le scuole ad investire e a spenderele in maniera convergente con gli obiettivi del PNRR.

Al presidente di Firenze Fiera, Lorenzo Becattini, abbiamo chiesto di chiarirci qual è il tema della fiera 2023. “Innanzitutto l’incontro tra docenti e produttori di strumenti tecnologici e tradizionali”. “Quest’anno – ha aggiunto – ci sarà uno spazio importante dedicato ai temi della sostenibilità e scuola

Alla domanda se oltre a DIDACTA Firenze e Catania si prevedono ulteriori eventi, il Presidente ha ricordato che siamo già alla sesta edizione fiorentina. “Catania – ha concluso – è stata una bella sorpresa e la terremo ad ottobre. Intanto consolidiamo queste, poi vedremo se ce ne saranno altre nel paese.”

Al Capo Dipartimento Carmela Palumbo, abbiamo posto una questione importante: una volta ammodernati gli ambienti di apprendimento nelle classi italiane, qual è il passo successivo? “Il PNRR – ci ha ricordato la Palumbo – è anche potenziamento delle strutture edilizie oltre che informatiche“. Ciò che è importante sono le persone. La formazione è un momento importante, quindi, dell’innovazione. Ed in particolare con la nascita della “Scuola di Alta formazione, perché il capitale umano va fortemente valorizzato.

WhatsApp
Telegram

AggiornamentoGraduatorie.it: GPS I e II fascia, calcola il tuo punteggio