PNRR, concluso il bando da 70 milioni per gli asili nido

WhatsApp
Telegram

Il 31 maggio 2022 si è concluso l’ultimo avviso per gli asili nido destinato ai Comuni delle Regioni del Mezzogiorno, con priorità per le Regioni Basilicata, Molise e Sicilia, finanziato con risorse del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza per circa 70 mln residui.

L’avviso mira alla realizzazione di nuove scuole, mediante sostituzione edilizia, per avere plessi più innovativi, sostenibili, sicuri e inclusivi.

Le risorse sono ripartite su base regionale secondo il numero di posti disponibili nelle singole istituzioni, alla popolazione 0-2 anni e al numero di alunni frequentanti attualmente la scuola dell’infanzia fino al 2035.

https://pnrr.istruzione.it/avvisi/?_avvisi_bnf=el

Per nidi e scuole dell’infanzia il Piano mette a disposizione 3 miliardi complessivi suddivisi in: 2,4 miliardi per la fascia 0-2 anni e 600 milioni per la fascia 3-5 anni.

Alla chiusura del bando asili, lo scorso 1° aprile, risultavano 1.676 le candidature presentate per la fascia da 0 a 2 anni, 953 quelle arrivate il 28 febbraio, alla prima scadenza (+76% a livello nazionale).

Per l’avviso chiuso a fine maggio sono pervenute ulteriori 74 domande, per un totale di richieste di finanziamento per 81.199.333,64 euro.

Il maggior numero di candidature è arrivato dalla Sicilia (22), seguita da Campania (10), Abruzzo, Basilicata, Molise (9 ciascuna), Calabria (7), Puglia e Sardegna (4 ciascuna).

Si è conclusa la procedura del PNRR, i tre miliardi messi a disposizione saranno utilizzati tutti sia per gli asili nido (fascia 0-2 anni) sia per i poli dell’infanzia (fascia 0-6 anni).

Il PNRR prevede inoltre la costruzione delle nuove scuole il finanziamento previsto dal Piano è di 800 milioni, per le mense (nuove costruzioni o miglioramento di quelle esistenti) il finanziamento previsto dal PNRR è di 400 milioni, per le palestre (nuove costruzioni o miglioramento di quelle esistenti) il finanziamento previsto dal PNRR è di 300 milioni.

Il ministro Bianchi si ritiene soddisfatto, orgoglioso per i risultati ottenuti e ringrazia tutti coloro che hanno contribuito al conseguimento di un importante risultato”, l’azione ha permesso inoltre di ricucire i rapporti istituzionali con il territorio, mediante il supporto fornito ai Comuni per poter partecipare ai bandi.

Nelle prossime settimane si dovrà procedere alla pubblicazione delle graduatorie delle scuole assegnatarie di questo ultimo bando e di quello precedente che è terminato a marzo.

Comunicato del Ministero

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur