Più posti al personale ATA, stop appalti pulizia: si entra per concorso. L’emendamento

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Presente nel secondo pacchetto di emendamenti sponsorizzati dai relatori, il testo anticipato dall’Onorevole Gallo sugli appalti di pulizie nelle scuole.

Pulizie scuole con personale interno

Secondo quanto contenuto nel testo dell’emendamento presentato alla Legge di Bilancio, a partire dal 2020, le istituzioni scolastiche ed educative statali dovranno svolgere i servizi di pulizia e ausiliari unicamente mediante ricorso a personale dipendente appartenente al profilo dei collaboratori scolastici.

Stop, quindi agli appalti di pulizia a ditte esterne per la gestione delle scuole.

Si entra per concorso

Il passaggio a dipendenti statali, però, sarà legato ad un concorso bandito dal Ministero dell’Istruzione.

Il concorso sarà per titoli ed esami e potranno accedere quanti abbiano lavorato, senza soluzione di continuità, dalla data di entrata in vigore della legge 3 maggio 1999, n. 124, presso le istituzioni scolastiche ed educative statali, per lo svolgimento di servizi di pulizia e ausiliari, in qualità di dipendente a tempo indeterminato di imprese titolari di contratti per lo svolgimento delle pulizie.

Il Presidente Gallo, contattato ieri dalla nostra redazione ha dichiarato che l’emendamento sarà approvato in legge di bilancio alla Camera in queste ore.

Versione stampabile
Argomenti:
anief
soloformazione