Più ispettori nelle scuole per il miglioramento dell’offerta formativa. È previsto dall’atto di indirizzo di Bianchi

WhatsApp
Telegram

Il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, vuole migliorare l’offerta formativa per gli alunni, andando a individuare le carenze nelle attività scolastiche. Tuttavia, precisano dal ministero dopo notizie di stampa in merito, non si sta lavorando a “voti” o “pagelle” per dirigenti e insegnanti.

Per il ministro Bianchi è importante “dare avvio ad un processo di revisione e rafforzamento del sistema nazionale di valutazione, quale strumento di accompagnamento delle istituzioni scolastiche, nell’ottica di un impegno costantemente orientato al miglioramento della qualità della propria offerta formativa. Tale obiettivo verrà raggiunto anche attraverso il potenziamento del contingente del corpo ispettivo”.

Già a maggio, durante l’audizione in Parlamento sulle linee programmatiche, Bianchi aveva parlato di valutazione e anche, a settembre, quando è stato presentato l’atto di indirizzo politico per il 2022.

Nel documento di inizio anno scolastico si legge di valorizzazione e formazione del personale e miglioramento della valutazione del sistema scolastico nel suo complesso, non certo con l’obiettivo di assegnare “voti”, ma per garantire una sempre maggiore qualità dell’offerta formativa proposta agli studenti.

LINEE PROGRAMMATICHE

ATTO DI INDIRIZZO

IL TESTO DELLE LINEE PROGRAMMATICHE

LA PRESENTAZIONE DELLE LINEE

ATTO DI INDIRIZZO

WhatsApp
Telegram

Concorso a cattedra ordinario secondaria, il corso: con esempi di prova orale già pronti e simulatore EDISES per la prova scritta. A 150 EURO