Più importanza al servizio per le nuove assunzioni da concorso. Lettera

WhatsApp
Telegram

inviata da Monica Vanni – Caro ministro buongiorno. Siamo tanti, i docenti con anni di servizio ed esperienza nella scuola che non potranno essere assunti al nuovo concorso.

Il motivo si trova nei punteggi gonfiati che avete assegnato alle specializzazioni sostegno ( valgono come 6 anni di servizio), ai dottori di ricerca, agli assegnisti ( chi ha 3 anni ha il corrispettivo di 18 anni di servizio) ma anche alle nuove mobilità che dalla primaria o dal sostegno chiederanno il passaggio di cattedra con altre strade.

Ora le vorrei spiegare cos’è un anno di servizio a cui avete assegnato due soli punti. Sono 9 mesi di presenze in classe, di confronto, di crescita personale, di lacrime asciugate e caffè offerti a studenti disperati. Sono 9 mesi di gioia, di occhi sbarrati che bevono la nostra passione, sono il motivo per cui noi docenti ci alziamo ogni mattina. E voi a tutto questo volete dare solo 2 punti. Saremo superati da chi è pieno di teoria e non ha mai fatto una lezione.

Saremo superati da chi è stufo del sostegno e non ha la minima idea della disciplina.

Aumentate punti al servizio specifico. Ce lo meritiamo. Nessuno se lo merita più di noi. In questo concorso sarà un massacro. Se non ci riconoscete la fatica in classe noi non ce la faremo.

WhatsApp
Telegram

Corsi di inglese: lezioni ed esami a casa tua. Orizzonte Scuola ed EIPASS, scopri l’offerta per livello B2 e C1