Più di 5mila studenti in DaD, il M5S tuona: “Governo proroghi subito congedi parentali”

Stampa

“Secondo quanto riportato da alcuni organi di stampa, a pochi giorni dall’inizio della scuola oltre 200 classi in varie regioni italiane (più di 5mila studenti, dalla scuola materna alle superiori), sono già tornate in didattica a distanza a causa del Covid. Ciò, oltre a danneggiare studenti e studentesse, mette in seria difficoltà migliaia di famiglie con entrambi i genitori che lavorano, visto che il Governo non ha previsto il rinnovo dei congedi parentali straordinari retribuiti al 50%”.

Lo affermano in una nota Niccolò Invidia, capogruppo M5S in commissione Lavoro, e Alessandra Carbonaro, capogruppo M5S in commissione Cultura alla Camera.

Questa misura, introdotta a marzo 2020 dal governo Conte II con il decreto Cura Italia e di cui hanno beneficiato circa 275mila lavoratori, è infatti scaduta il 30 giugno scorso. Già nelle scorse settimane, come Movimento 5 Stelle, avevamo sottolineato l’urgenza di prorogarla, presentando anche degli emendamenti al riguardo“, proseguono il pentastellati.

A leggere le dichiarazioni odierne della ministra Bonetti, l’esecutivo appare indietro e non si sa se e quando questo intervento sarà nuovamente messo in campo. Il virus però non è sconfitto ed è quindi necessario continuare ad aiutare cittadini e lavoratori”, concludono i parlamentari.

I deputati si riferiscono all’intervista della Ministra Bonetti a La Stampa, riportata anche da Orizzonte Scuola: “Come governo ci stiamo attrezzando per reintrodurre eventuali sistemi di supporto normativo per i genitori che devono rimanere a casa nel caso della quarantena dei figli, come i congedi Covid straordinari per madri e padri con figli fino a quattordici anni retribuiti al 50%. Si tratta di definire la formulazione tecnica e la copertura finanziaria”.

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur