Più di 100 mila euro di risarcimenti in 5 giorni: Anief si conferma vincente su scatti di anzianità, riconoscimento supplenze ai fini della carriera, salario accessorio e carta del docente anche ai precari

WhatsApp
Telegram

L’azione vincente dei legali Anief nei tribunali della Repubblica diventa un rituale: è tutto dire che nella settimana lavorativa appena trascorsa, quindi tra il 12 e il 17 dicembre, le cause patrocinate dagli avvocati del giovane sindacato hanno prodotto oltre 100 mila euro di risarcimento a favore dei lavoratori della scuola.

I motivi del contendere, che hanno prodotto risarcimenti per un solo dipendente anche di oltre 20 mila euro più interessi legali, sono di vario genere: scatti di anzianità per i periodi di precariato, mancati pagamenti delle mensilità estive, ricostruzione di carriera comprensiva del servizio pre-ruolo, riconoscimento del salario accessorio (RPD/CIA) ai supplenti brevi e saltuari, assegnazione della carta del docente anche ai precari, monetizzazione delle ferie non godute dai precari.

Inoltre, alcune cause vinte riguardano l’assegnazione di punteggi in graduatoria con l’aggiunta di titoli o servizi inizialmente non considerati dall’amministrazione.

“Non possiamo che essere soddisfatti – dice Marcello Pacifico, presidente nazionale Anief – per l’operato dei nostri legali, come Giovanni Rinaldi, Fabio Ganci, Walter Miceli, Nicola Zampieri e tanti altri, perché hanno raccolto e sostenuto la lotta dell’Anief per il riconoscimento dei diritti dei lavoratori precari o già precari, ma anche di quelli di ruolo che continuano ad essere vessati: è il punto di forza di un contenzioso che negli anni ha visto migliaia di insegnanti, amministrativi ed educatori chiedere tutela giudiziaria, con gli avvocati Anief battersi impegnati a vincere nelle corti supreme nazionali e internazionali”.

ADESIONE AI RICORSI ANIEF: SEMPRE VINCENTI

WhatsApp
Telegram