Pittoni: supplenti riceveranno stipendi arretrati con soldi stanziati per le loro mancate assunzioni

Stampa

«Il Governo ha finalmente stanziato i fondi per i precari della scuola, senza stipendio da settembre. Ma sono i risparmi sulle mancate assunzioni, che Renzi aveva promesso in pompa magna con la legge sulla Buona scuola».

«Il Governo ha finalmente stanziato i fondi per i precari della scuola, senza stipendio da settembre. Ma sono i risparmi sulle mancate assunzioni, che Renzi aveva promesso in pompa magna con la legge sulla Buona scuola».

Lo afferma Mario Pittoni, responsabile federale istruzione della Lega Nord.

«Senza una parola di scuse – sottolinea Pittoni – e con l'accredito previsto non prima del 19 gennaio prossimo, il ministro dell'Istruzione Stefania Giannini e quello dell'Economia Pier Carlo Padoan, hanno annunciato la disponibilità delle risorse necessarie a coprire l'errore di valutazione presente nella relazione tecnica allegata alla Buona scuola, secondo cui le spese per le supplenze sarebbero drasticamente diminuite grazie all'attivazione dell'organico potenziato, cosa non verificatasi

Ma c'è di peggio. Sembra di capire, infatti, che i 150 milioni messi a disposizione per saldare gli stipendi degli insegnanti precari, facciano parte del “gruzzolo” di quasi 600 milioni risparmiati da Renzi sulle annunciate, ma mai concretizzate, assunzioni proprio di insegnanti precari…». 

Stampa

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur