Pittoni (Lega): stabilizzare precari scuola per il grande sforzo sostenuto, com’è stato per sanità

di redazione

item-thumbnail

“Può il futuro dei precari essere legato all’umore di una singola forza politica? Siamo tutti d’accordo che stabilizzare il personale precario del Servizio Sanitario Nazionale è un “giusto riconoscimento per il grande sforzo sostenuto”.

“Perché non deve valere anche per i lavoratori della Scuola, obbligati da scelte del MoVimento 5 Stelle (supportate dagli alleati Pd, Leu e Italia Viva) a sottoporsi a procedure concorsuali selettive anche dopo anni e anni d’impegno professionale? Ricordo che la normativa e la giurisprudenza dell’Unione Europea prevedono inequivocabilmente che il datore di lavoro (pubblico o privato che sia) ha l’obbligo di non reiterare all’infinito l’utilizzo di contratti a tempo determinato e, conseguentemente, di stabilizzare il personale che per un triennio sia stato destinatario di contratti a termine su posti vacanti e quindi attribuibili, invece, a tempo indeterminato”.

Lo dichiara il senatore Mario Pittoni, presidente della commissione Cultura a palazzo Madama e responsabile del dipartimento Scuola della Lega

Versione stampabile
Argomenti:

soloformazione