Pittoni (Lega), solo la stabilizzazione garantisce di avere docenti definitivi a settembre

Stampa

“I grillini affermano che il concorso straordinario è “la via più veloce” per assumere gli insegnanti. Ma non occorre uno scienziato per comprendere che l’iter di un adeguato piano di stabilizzazione per affrontare con la necessaria efficacia le conseguenze dell’emergenza sanitaria, è sicuramente più agile e veloce dell’arzigogolato concorso straordinario a crocette su cui insiste il ministro dell’Istruzione Lucia Azzolina, tra l’altro per soli 24 mila posti.”

“Per assicurare la nomina dei vincitori del concorso straordinario entro il 15 settembre 2020, infatti, sarebbe necessaria la definizione delle graduatorie di merito entro la prima settimana dello stesso mese.

Inoltre, poiché è interesse primario della Pubblica Amministrazione agire in autotutela per limitare l’insorgere di contenzioso, occorrerebbe conteggiare i canonici 5 giorni dalla data di pubblicazione delle graduatorie per l’eventuale proposizione di reclami per la correzione di errori materiali; significa che la pubblicazione delle graduatorie di merito dovrebbe avvenire tra l’ultima settimana di agosto e i primi giorni di settembre.

Ciò comporterebbe la valutazione dei titoli di 24.000 vincitori nel periodo di ferragosto, con prove svolte presumibilmente entro la fine luglio.

In conclusione i candidati, per garantirsi un’adeguata preparazione, dovrebbero studiare e prepararsi alla prova computer based nel periodo più delicato dell’anno scolastico, alle prese con valutazioni e consigli di classe online, esami di Stato e tutte le complesse operazioni di fine anno scolastico, senza dimenticare che il personale di cui si parla insegna da anni nelle scuole statali.

È di conseguenza improbabile che il concorso straordinario possa raggiungere l’obiettivo di coprire per settembre i (soli) 24.000 posti messi a concorso.

Considerazione finale: anche ammesso che tutto vada bene, resterebbero decine di migliaia di posti ancora affidati a supplenti e – quel che è peggio – molti di questi sono posti di sostegno che dovrebbero essere i primi a essere coperti stabilmente”. Lo dichiara il senatore Mario Pittoni, presidente della commissione Cultura a palazzo Madama e responsabile Istruzione della Lega.

Stampa

Acquisisci le indispensabili competenze sulla Didattica digitale integrata. Eurosofia ha creato un ciclo formativo tecnico/pratico