Pittoni (Lega): precariato va superato, lo prevede anche il Contratto di Governo

di redazione
ipsef

item-thumbnail

«La criminalizzazione reciproca, frequente tra le frange estreme delle varie categorie del precariato della scuola, è diretta conseguenza della guerra tra poveri innescata dall’incancrenirsi del problema della stabilizzazione che non arriva mai.

Questione tutta di responsabilità politica, che quindi la politica ha il dovere di affrontare e risolvere. Anche per questo riteniamo importante il punto 22 del contratto di Governo, il quale prevede una “fase transitoria” per garantire “il superamento delle criticità che in questi anni hanno condotto a un cronico precariato”, parallelamente all’avvio di un “efficace sistema di formazione”.

Da qui la collaborazione tra ministero dell’Istruzione e le cinque principali sigle sindacali, onde definire misure straordinarie per la stabilizzazione del precariato storico e il varo di percorsi abilitanti con selezione in uscita come nel 2013, aperti a tutti i docenti che hanno acquisito adeguata esperienza».

Lo afferma il senatore Mario Pittoni, presidente della commissione Cultura a palazzo Madama e responsabile Istruzione della Lega.

Versione stampabile
anief banner
soloformazione