Pittoni (Lega): nessun taglio ai docenti di sostegno nella legge di bilancio

di redazione
ipsef

item-thumbnail

“Non c’è alcun taglio di 4 miliardi all’istruzione e soprattutto nessuna sforbiciata alle spese per i docenti di sostegno”.

Lo afferma il senatore della Lega Mario Pittoni, presidente della commissione Cultura a palazzo Madama.

“In particolare – spiega Pittoni, facendo riferimento alle tabelle della manovra da cui si evincerebbe il taglio – i docenti di sostegno si dividono tra quelli di ruolo e quelli aggiuntivi, nominati ogni anno in deroga per garantire il diritto all’istruzione di tutti gli alunni con disabilità. Lo stipendio dei docenti in deroga, da questo esercizio, viene iscritto in bilancio, per convenzione contabile, solo per un anno (di qui l’apparente taglio) e non sul triennio.

Naturalmente lo stanziamento sarà rinnovato ogni anno. La legge di Bilancio all’esame della Camera non prevede dunque tagli, bensì nuovi stanziamenti per la scuola. Fra questi, 2.000 docenti in più nella scuola primaria, 400 in più per i licei musicali, 290 educatori in più nei convitti e negli educandati, quasi 300 milioni in più in due anni – conclude Pittoni – per il funzionamento delle scuole”.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione