Pittoni (Lega): Conte potrebbe ancora sbloccare decreto Salvaprecari

di redazione
ipsef

item-thumbnail

Il decreto scuola salvaprecari, approvato dal Consiglio dei Ministri il 6 agosto con la formula “salvo intese” potrebbe ancora essere sbloccato.

E’ vero infatti che il decreto era atteso per la pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale del 28 agosto, ma anche un provvedimento analogo – pur avendo saltato la pubblicazione in GU – prosegue il suo iter.

“Ieri la presidenza del Consiglio dei ministri ha inviato ai capi degli uffici legislativi dei ministeri interessati per eventuali osservazioni da esprimere “non oltre le ore 13 di lunedì 2 settembre 2019”, il decreto legge “Per la tutela del lavoro e per la risoluzione di crisi aziendali” approvato nella prima metà di agosto con la formula “salvo intese” e di conseguenza non ancora pubblicato in Gazzetta ufficiale”  afferma il Sen. Mario Pittoni, presidente della commissione Cultura a palazzo Madama e responsabile Istruzione della Lega.

” Perché il decreto Salvaprecari della scuola – conclude il Senatore. – è invece ancora bloccato?” appellandosi a Conte perché intervenga sulla questione.

Al nuovo Governo  si era rivolto ieri anche il coordinatore della Gilda degli Insegnanti, Rino Di Meglio, che aveva sottolineato come oltre alla partita dei precari, nell’intesa siglata ad aprile erano  in gioco gli aumenti stipendiali che il prossimo rinnovo contrattuale dovrà prevedere e l’autonomia differenziata.

E ai Presidenti della Camera dei Deputati e del Senato della Repubblica  si rivolgono in queste ore i sindaci dei Comuni Italiani “per chiedere supporto e intervento immediato” per risolvere con Governo e Parlamento il problema dello scuolabus e del relativo cofinanziamento  da parte dei Comuni.

Versione stampabile
Argomenti:
anief banner
soloformazione