Pittoni (Lega): “Concorso docenti, Cts ha valutato rischio spostamento?”

Stampa

Nel validare il concorso per i docenti, il Comitato Tecnico Scientifico ha considerato gli spostamenti anche di centinaia di chilometri ai quali sono costretti molti degli oltre 60mila candidati?

E’ quanto si chiede, con una nota, Mario Pittoni, responsabile Scuola della Lega e vice presidente della commissione Cultura al Senato. La firma al Dpcm apposta nella notte dal presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, prevede infatti, il prosieguo del concorso straordinario dei docenti avviato il 22 ottobre scorso.

Nel testo definitivo è sparito anche lo stop ai concorsi pubblici e privati. Dunque potranno essere svolte anche le prossime prove per il concorso ordinario previsto dopo quello straordinario.

“Se così non fosse – si legge nella nota –  visto che la versione definitiva del nuovo Dpcm conferma il proseguimento della procedura sulla scuola, il CTS si assume una grave responsabilità. Il fatto che la selezione sia in corso, da solo non può giustificare che si metta a rischio la salute di tante persone per un’operazione che non avrà effetti sull’attuale anno scolastico e poteva tranquillamente essere sostituita da assunzioni dirette”.

Pittoni mette anche in risalto la “contraddizione, tra l’altro, con l’invito del ministro della Salute a non uscire da casa se non per assoluta necessità”.

Stampa

Eurosofia organizza la III edizione di [email protected] Aiutiamo i giovani a progettare il loro futuro in modo consapevole