Pittoni (Lega) a Chimienti (M5S): su gender appoggi clausola salvaguardia

WhatsApp
Telegram

«Invece che lanciare anatemi, i grillini appoggino la nostra proposta di una clausola obbligatoria per salvaguardare i genitori da corsi scolastici aggiuntivi non voluti. Avranno così meno da preoccuparsi delle “spinte bigotte e oscurantiste” che, secondo loro, arriverebbero da chi sostiene l'idea tradizionale di famiglia».

«Invece che lanciare anatemi, i grillini appoggino la nostra proposta di una clausola obbligatoria per salvaguardare i genitori da corsi scolastici aggiuntivi non voluti. Avranno così meno da preoccuparsi delle “spinte bigotte e oscurantiste” che, secondo loro, arriverebbero da chi sostiene l'idea tradizionale di famiglia».

E' la replica di Mario Pittoni, responsabile federale Istruzione della Lega Nord, alla parlamentare del M5S Silvia Chimienti che ha parlato di “falsa informazione” da parte di “associazioni di estremisti e di sedicenti cattolici” sul rischio di proselitismo Gender a scuola.

«C'è la disponibilità – ricorda Pittoni – della capo dipartimento del ministero dell'Istruzione, Rosa De Pasquale, ad accogliere la nostra richiesta di inserire nei documenti che i genitori devono sottoscrivere con l'iscrizione del figlio a scuola, di una postilla a garanzia che le loro firme non vengano utilizzate per autorizzare corsi non voluti.

I tecnici sono al lavoro per la stesura del testo, ancora da concordare. I dubbi sono legati al possibile utilizzo improprio della terminologia ambigua presente al comma 16 della legge 107 (Buona scuola), relativo alle attività formative sull'”educazione alla parità tra i sessi, la prevenzione della violenza di genere e di tutte le discriminazioni”».

 

 

WhatsApp
Telegram

Concorso ordinario secondaria: diventerà annuale. Nessuna prova preselettiva. Eurosofia mette a disposizione i propri esperti