Pittoni (Lega), beffate regioni che non votano PD

WhatsApp
Telegram

"I 50 nuovi posti aggiuntivi da insegnante assegnati dal ministero dell'Istruzione all'Ufficio scolastico del Veneto, accolti “con soddisfazione” dalle parlamentari del Pd Rubinato e Rotta, hanno il sapore di una beffa."

"I 50 nuovi posti aggiuntivi da insegnante assegnati dal ministero dell'Istruzione all'Ufficio scolastico del Veneto, accolti “con soddisfazione” dalle parlamentari del Pd Rubinato e Rotta, hanno il sapore di una beffa."

"Per il Veneto, infatti, il totale delle cattedre aggiuntive si ferma a 200: poco più di un quarto di quanto assegnato all'Emilia-Romagna, a conferma dei nostri dubbi sull'oggettività e imparzialità dei criteri utilizzati per le regioni non a guida Pd".

Lo afferma Mario Pittoni, responsabile federale Istruzione della Lega Nord, secondo il quale "le briciole raccolte da Veneto e Liguria (dove il Pd è stato sonoramente sconfitto alle ultime elezioni regionali) nel riparto dei posti aggiuntivi, fanno pensare a un uso politico di risorse pubbliche provenienti dalle tasse pagate dai cittadini e quindi al mancato riconoscimento degli stessi diritti allo studio nelle regioni di colore diverso rispetto al Governo. A insospettire – spiega Pittoni – non è solo il numero ridicolo di docenti aggiuntivi assegnati a Veneto e Liguria rispetto ad altre realtà della stessa consistenza, ma anche le assegnazioni alla Lombardia, trattata come l'Emilia-Romagna che ha meno di metà abitanti".

 

WhatsApp
Telegram

ASUNIVER e MNEMOSINE, dottorato di ricerca in Spagna: cresci professionalmente e accedi alla carriera universitaria con tre anni di congedo retribuito