Pioggia e grandine su Milano, scuole distrutte: tetti divelti e aule allagate

WhatsApp
Telegram

La violenta ondata di maltempo che ha colpito Milano e la Lombardia martedì mattina ha provocato danni per decine di milioni di euro, causando caos in tutta la regione, come segnala Il Giorno.

Oltre alla grandinata e ai venti superiori a 100 km/h, tetti sono stati scoperchiati, edifici allagati, e gli istituti scolastici non sono stati risparmiati.

Alcuni di questi edifici, situati in zone verdi e utilizzati per corsi estivi e attività ricreative, hanno subito danni ingenti. “Ho visto 65 estati e ciò che sto vedendo ora non è normale,” ha dichiarato il sindaco di Milano, Giuseppe Sala. “Il cambiamento climatico sta modificando la nostra vita”. Sala ha riferito che, a causa di infiltrazioni d’acqua e alberi caduti, 11 asili nido e 3 scuole dell’infanzia che ospitavano centri estivi sono stati chiusi.

La Città metropolitana di Milano, responsabile delle scuole secondarie di secondo grado del territorio, ha evidenziato che una crisi di questa portata è inedita negli ultimi dieci anni.

Tra le scuole particolarmente danneggiate figurano l’istituto “Bottoni“, liceo “Boccioni“, l’istituto “Curie-Sraffa“ e il “Quasimodo“. Francesco Muraro, preside dell’istituto Statale “Cappelli“, ha descritto una scena apocalittica: “Era impossibile raggiungere gli edifici. Sono caduti almeno una decina di alberi”.

WhatsApp
Telegram

La Dirigenza scolastica, inizio anno scolastico: la guida operativa con tutte le novità 2024/25 con circolari e documenti pronti all’uso