Piergiorgio e il diploma post mortem dopo 44 anni dalla sua scomparsa. Gli ex compagni: “Era il suo sogno”

WhatsApp
Telegram

Il Tecnico Industriale “G.B. Bodoni” di Torino ha reso un omaggio emozionante, conferendo un diploma post mortem in “Fotografia” a Piergiorgio Cavallotto, a 44 anni dalla sua tragica scomparsa avvenuta il 25 ottobre 1979. Un gesto che ha visto protagonisti familiari, amici e docenti, unendo la comunità in un ricordo collettivo.

Piergiorgio, all’epoca studente della 5^A, perse la vita in un incidente in moto mentre si stava recando a scuola. La sua passione per la fotografia e il desiderio di ritornare alle sue radici ad Andezeno, un piccolo comune a nord ovest del Monferrato, lo accompagnavano nei suoi sogni quotidiani.

Come segnala il Corriere della Sera, l’iniziativa, partita da Barletta grazie a Mario Ruggiero Dimatteo, il vecchio compagno di banco e amico per la vita, ha riscosso un’ampia partecipazione.

La sorella di Piergiorgio, Gabriella Cavallotto, gli ex compagni di classe, e gli insegnanti di un tempo, tutti si sono uniti per rendere possibile questo tributo. Una collaborazione significativa è arrivata anche dalle dirigenti scolastiche Marinella Principiano e Damiana Periotto, con la delibera per l’attribuzione del titolo di studio che è stata conferita all’unanimità già a maggio.

Principiano ha espresso la profonda connessione emotiva che lega la comunità scolastica a Piergiorgio, un giovane le cui ambizioni erano state interrotte troppo presto. La consegna del diploma è stata un momento toccante, con Gabriella che ha ricevuto un bouquet di fiori e la tanto sognata pergamena del fratello.

Gabriella ha rievocato il desiderio di Piergiorgio di diventare fotografo, un sogno ora simbolicamente realizzato attraverso il diploma post mortem. Poi ha sottolineato l’importanza della memoria collettiva e dell’amicizia che continua a legare tutti coloro che erano vicini a Piergiorgio.

WhatsApp
Telegram

Abilitazione all’insegnamento 30 CFU. Corsi Abilitanti online attivi! Università Dante Alighieri