Piena vittoria dei precari di Mantova: annullate anche le conciliazioni

Di Lalla
WhatsApp
Telegram

red – Supplenze annuali in provincia di Mantova. Avevamo già segnalato che i 30 docenti che non hanno accettato la proposta di conciliazione dell’Ufficio Scolastico pur di ricevere una proposta di supplenza per l’a.s. 2012/13 hanno ottenuto l’esecuzione dei procedimenti d’urgenza, pertanto i loro contratti dovranno essere stipulati senza riserva alcuna. Aggiungiamo l’ultimo tassello: sono state annullate anche le conciliazioni "forzate".

red – Supplenze annuali in provincia di Mantova. Avevamo già segnalato che i 30 docenti che non hanno accettato la proposta di conciliazione dell’Ufficio Scolastico pur di ricevere una proposta di supplenza per l’a.s. 2012/13 hanno ottenuto l’esecuzione dei procedimenti d’urgenza, pertanto i loro contratti dovranno essere stipulati senza riserva alcuna. Aggiungiamo l’ultimo tassello: sono state annullate anche le conciliazioni "forzate".

Ripercorriamo la vicenda. L’Ufficio Scolastico aveva emanato agli inizi di settembre una nota nella quale escludeva dalla convocazione per l’assegnazione delle supplenze annuali i docenti che avevano fatto ricorso contro l’assunzione reiterata a tempo determinato di personale precario oltre i 36 mesi previsti dalla normativa comunitaria senza la trasformazione del contratto in a tempo indeterminato. I docenti avevano vinto la causa ottenendo così il riconoscimento economico del danno subito (sentenza del Tribunale del Lavoro di Mantova n. 258/2011).

In considerazione di ciò, per evitare il reiterarsi della situazione, l’Ufficio Scolastico riteneva di non poter assumere nuovamente lo stesso personale. Dopo proteste e anche l’intervento del Ministero, l’Ufficio Scolastico aveva proposto una mediazione: una "forzata" richiesta di conciliazione da parte degli interessati, tramite la quale rinunciavano agli effetti della sentenza, avrebbe loro garantito di continuare a lavorare, seppure ancora a tempo determinato.

30 dei docenti interessati non hanno aderito a questa richiesta e quindi in un primo tempo esclusi dalle nomine. Essi però hanno presentato un nuovo ricorso d’urgenza e lunedì 1 ottobre a Mantova i giudici Bettini e Mantovani hanno reso esecutivi i procedimenti d’urgenza con i quali hanno ordinato al MIUR "accertata l’illegittimità della esclusione dei ricorrenti […] di reinserire gli stessi nelle rispettive graduatorie".

Pertanto, piena vittoria. Alla quale si aggiunge anche l’annullamento della procedura di conciliazione, sicuramente "forzata", per quei docenti che hanno acconsentito alla richiesta dell’Ufficio Scolastico pur di ricevere la proposta di supplenza. Piena vittoria dei docenti precari, dell’Avv. Coppolino che ha seguito questa vicenda sia dal punto di vista professionale che umano, del Parlamento che ha indagato la questione con interrogazioni parlamentari presentate da UDC, IDV, Lega.

Mantova, piena vittoria dei 30 supplenti esclusi dalle nomine a causa del ricorso di stabilizzazione

WhatsApp
Telegram

Corso di perfezionamento in Metodologia CLIL: acquisisci i 60 CFU con Mnemosine, Ente accreditato Miur